Foto by Maurizio Condolo

Di Michele Slaviero

L’ultimo impegno dell’anno all’Odegar vede opposte la formazione di casa della Migross Supermercati Asiago alle volpi bolzanine seconda forza del campionato.La partita classica delle festività natalizie riporta nuovamente una splendida cornice di pubblico sugli spalti, con più di 2000 persone a godersi quella che si preannuncia subito una battaglia senza esclusione di colpi; assenti Gorza per la Migross, Fretter e Walcher per i Foxes.Spetta a Leandro Soraperra il compito di dare inizio alle ostilità.Parte subito forte l’Asiago con la solita seconda linea a creare scompiglio dalle parti di Zaba; al secondo minuto una pregevole azione Adam Henrich-Vigilante mette quest’ultimo in condizione di tirare, miracolo del goalie biancorosso che sventa la minaccia. Il Bolzano non sta però a guardare e si porta in avanti trovando il primo vantaggio della serata con Gordon che corregge in porta un rebound su un tiro di Irmen, minuto 3:50.
Le due squadre danno vita ad un incontro splendido, caratterizzato da splendide ripartenze e spettacolari azioni, anche se a brillare sono per il momento i due portieri, prima Bellissimo su Lehtinen e poi Zaba su numerosi assalti dell’attacco di casa. L’occasione per il pareggio arriva da un altro spettacolare duetto Vigilante-Adam Henrich: assist al bacio per il numero 42 che, a tu per tu con il portiere spara clamorosamente il disco sopra la traversa. E’ nel momento migliore dei giallorossi che arriva il raddoppio ospite: Scandella dialoga con i compagni di reparto Irmen e Gordon, salta Strazzabosco e trafigge Bellissimo sul suo palo, doppio vantaggio al 16:34. Coach Harrington capisce che è importantissimo segnare un gol prima della sirena, spinge i suoi all’attacco, che si concretizza al 19:26 con il gol di Vigilante, che trova sotto porta uno splendido tap-in su un cioccolatino servitogli da Ulmer; solo l’instant replay convalida il gol all’Asiago, il puck infatti si era stampato tra la traversa e la rete, prima di finire tra le gambe di Zaba. Sul risultato di 1-2 si va al primo riposo.
Seconda frazione che si apre sullo stesso filo conduttore del primo: velocità di gioco, belle azioni e portieri protagonisti; prima Scandella, scappato in mezzo ai due difensori giallorossi, si fa ipnotizzare da Bellissimo, poi Zaba compie alcuni efficaci interventi su Borrelli prima e Ulmer poi. L’Asiago sembra spingere di più, si presenta infatti più volte nel terzo di attacco, anche se il gol del pareggio arriva in inferiorità: un intelligentissimo Miglioranzi tiene il disco, indietreggiando verso il proprio portiere e
attendendo il cambio degli attaccanti, appena Ulmer entra libera il disco verso Zaba; proprio Ulmer conquista il disco, vede l’arrivo a gran velocità di Vigilante, tocco millimetrico in mezzo e nuova deviazione sotto porta del
numero 93 stellato, 2-2 e Odegar che esplode. Minuto 8:49. E’ il momento propizio per cercare il primo vantaggio della serata: al 16:52, dopo un mezzo miracolo di Bellissimo su Gordon, il contropiede giallorosso si conferma ancora una volta micidiale: ottimo dialogo Plastino-Benisek nell’uscita dalla zona, disco scaricato ad Adam Henrich che fa partire un siluro di slap: disco sopra la spalla di Zaba e rete gonfiata per la terza volta. Solo un altro errore di Gordon permette aiu padroni di casa di chiudere in vantaggio risicato il secondo tempo. Nel terzo tempo ci si aspetta la reazione del Bolzano, cosa che si verifica da subito, ma un monumentale Bellissimo nega la gioia del gol a Dorigatti, togliendoli il disco dal sette. Anche Intranuovo protagonista nel mantenimento del risultato: Mazzolini conclude a porta sguarnita, ma l’esperto numero 17 asiaghese riesce a deviare il disco in tuffo.
L’occasione per chiudere l’incontro arriva sulle stecche prima di Borrelli, poi della positivissima terza linea stellata, con Presti che trova però solo l’incrocio dei pali. Poco male, visto che all’ultimo minuto, con Zaba out per
il sesto uomo di movimento, è ancora Vigilante a segnare, per il suo primo importante hat-trick italiano.Finisce quindi 4-2, ottima iniezione di fiducia per gli uomini dell’Altopiano che sono attesi ora ad Alba di Canazei giovedì 30. Finalmente una difesa ordinata, attenta, che non cerca cose impossibili, permette a Bellissimo di concentrarsi solo sugli attacchi avversari, senza dover rimediare anche agli errori dei propri uomini. Portierone stellato decisivo per questa importante vittoria. Seconda linea micidiale, terza che lotta e pattina con grinta e cuore. Bolzano che non esce a testa bassa dall’Odegar, ma la terza sconfitta consecutiva pesa molto a livello morale.
Con l’arrivo del nuovo anno ne vedremo delle belle, classifica aperta e squadre alla pari!
BUON ANNO NUOVO A TUTTI E…..VINCA IL MIGLIORE!

Annunci