Di Federico Lauretta

95’’ il tempo utile al Fassa per porre il sigillo al 4° stagionale “Derby del Fedaia”; Il nuovo corso delle aquile ladine targate Miroslav Frycer, superando le civette agordine di McKenna, ha consegnato ad Edwardson & C. i tre preziosi punti che hanno consentito il sorpasso in classifica proprio di Faulkner e soci. La ripresa del Fassa evidenza invece la nuova “crisi” di risultati dell’Alleghe che in questo 4° druft si ritrova con una sola vittoria in 5 partite e ora con il fiato di un Cortina in buona forma che soffia alle spalle.
Il primo drittel inizia con il solito Alleghe aggressivo e determinato soprattutto con la prima linea; Anger e la neo civetta ed ex aquila Bonello impensieriscono Doyle in un paio di occasioni, ma il golie non si lascia intimidire. Al 11’35” inizia l’incubo: prima Edwardson apre le marcature; solo 12” Margoni stende una difesa ancora stordita e un po’ in affanno. Il tempo di reagire non c’è perché al 13’10” Caudron servito da Iori uccella Dennis per la terza volta gelando ogni veemenza agordina. Il drittel si trascina alla prima sirena con un Alleghe impietrito!
Nel frazione di mezzo la reazione delle civette si fa attendere e Dennis cerca di dare coraggio ai suoi con belle parate e al 9’05” compie il numero su una bordata di Bohac. Pochi secondi dopo anche il “De Toni” si fa solidale con la sua squadra; si crea un buco nel ghiaccio e Metelka manda tutti al the caldo in anticipo.
Si riprende il gioco ma la musica è la stessa: Fassa avanti e Alleghe che si difende; al 13’ Edwardson fa suonare il ferro della gabbia di Dennis centrando un palo pieno. Il suono sveglia le civette che cominciano a farsi vivi nel terzo fassano con Alberto Fontanive che spedisce poco a lato di Doyle un ottimo puck. Dennis ferma alcuni contropiedi dei ladini, ma Alleghe comincia a crederci e finalmente al 18’21” in PP, sempre lui, “King” Mc Faulkner trova il pertugio giusto per infilare il puck alle spalle di Doyle.
Poca pausa e si inizia subito l’ultimo drittel. Le civette premono in cerca di una rimonta ma Doyle è in grande spolvero e vanifica ogni tentativo. Gli animi si accendono e le penalità fioccano da entrambe le parti. Marsh e Scoville hanno due ottime occasioni ma Doyle si supera sul primo mentre guarda sfilare a lato della sua gabbia il puck scagliato dal secondo. Al 15’ Gamper non vede una brutta scorrettezza ai danni di Alberto Fontanive e questo manda su tutte le furie l’attaccante agordino che protesta con troppa foga: il ref gli computa 10’ di penalità. Le civette però non demordono e iniziano a crederci. Al 18’ ancora Faulkner impegna Doyle e subito dopo “Bicio” Fontanive trova il goal speranza che riaccende la partita. Ma la gioia dura pochissimo: la gabbia è vuota e Planchesteiner sigla l’empty net goal che chiude il match. Sirena!
Fassa vola, Alleghe no!

Annunci