L’inizio dell’anno per il Valpellice non si è rivelato dei migliori: 2 sconfitte, per carità quella ad Asiago all’over-time ci sta tranquillamente, l’infortunio a Trevor Johnson, che dovrà restare fuori per almeno 3 settimane se non 4, le dimissioni di 2 membri del direttivo e le vicende legate al fallimento del main sponsor ARCE hanno fatto cominciare il 2011 con qualche preoccupazione di troppo ai piemontesi. Così ieri sera l’Alleghe ha approfittato della situazione per portare a casa 3 punti importantissimi per la sua classifica, infatti ha superato nuovamente il Fassa, tornando in 7° posizione e accorciando sul Pontebba ora a 4 punti.

L’inizio della partita fa subito presagire che non sarà un match spettacolare, entrambe le squadre giocano a ritmi bassi e la precisione non è proprio di casa, tanti sono i passaggi a vuoto e i tiri lontani dallo specchio della porta, così per i primi minuti ne Dennis ne Regan sono veramente intimoriti dagli attaccanti avversari. La prima vera occasione è dell’Alleghe ma Marck Faulkner mette a lato di poco praticamente a porta vuota. Poi sono Mc Donough e Luciano Aquino a sprecare 2 contropiedi in solitaria. Al 16′ arriva la prima rete dell’incontro, è Ryan McDonough ad inventarsi un gran goal finalizzando la discesa di Anthony Aquino sulla fascia destra. Passa poco è l’Alleghe impatta il risultato sfruttando una deviazione di Faulkner su tiro di Anger dalla blu.

Il secondo tempo è più piatto del primo,  il Valpellice non sfrutta 4 powerplay consecutivi e giochicchia davanti a Dennis senza rendersi mai pericoloso, complice anche una difesa molto chiusa e concentrata a deviare il disco davanti alla porta. Così dopo la emtà del periodo sono gli ospiti a prendere in mano il pallino del gioco e portarsi avanti con Faulkner al 17′, splendida rete nel sette opposto, e a raddoppiare il vantaggio con Anger neanche un minuto più tardi. Il Valpellice appare bruscamente scosso e nel finale rischia di subire ancora il quarto goal.

Il terzo tempo vede l’Alleghe amministrare il vantaggio ed il Valpellice cercare di organizzare una rimonta, ma emergono tutti i limiti di una panchina troppo corta, le gambe si fanno pesanti e gli schemi saltano, soprattutto in powerplay, sono infatti necessari altre 4 superiorità numeriche per permettere ai valligiani di accorciare il risultato, ma siamo ormai al 15′ e la rete di Saviels, autorizzata dall’unica incertezza di Dennis in tutto il match, non fanno altro che far aumentare i rimpianti di una partita giocata male e finita peggio.

Domani entrambe le squadre saranno impegnate in 2 difficili match, i piemontesi saranno di scena contro il Valpusteria a Brunico, contro i Lupi che daranno tutto quel che hanno in corpo per vendicare gli ultimi 2 tennistici 6-2 ricevuti contro i Martinelli’s boys, mentre l’Alleghe ospiterà il Renon cercando di ripetere il match di ieri sera in difesa.

Nella conferenza stampa Martinelli ha evidenziato come la carenza di un giocatore come Johnson nei powerplay sia molto evidente, soprattutto in questo periodo dove con i viaggi e le partite a giorni alterni, sia impossibile provare nuovi schemi ed i giocatori siano stanchi. E’ stato dunque richiesto dal coach di tornare sul mercato per provare a sostituire il #24 e dare un po’ di respiro ai 4 difensori che sono arrivati a fine match stremati, ma si sa che il mercato è povero di difensori italiani o itali di rilievo.

Annunci