Vince Bolzano al Cotta Morandini di Torre Pellice per 6 a 2, i padroni di casa giocano un buon primo periodo che termina uno a uno con il Bolzano che va in vantaggio con il nuovo arrivato Busto e la Valpe che recupera con il folletto Nikiforuk. Sembra una partita da vivere fino alla fine con la Valpe in grado di giocarsela con gli ospiti, ma il secondo periodo è di buio totale con i padroni di casa che regalano letteralmente la partita ai bolzanini, Ganzak con un passaggio sciagurato serve Zisser che spedisce il disco in porta. Poco dopo sempre su un errore difensivo e con un uomo in panca puniti ci pensa Giulio Scandella a firmare la rete del tre a uno, la Valpe perde letteralmente la testa ed è Nikiforuk a regalare l’assist vincente a Zisser che solo davanti a Regan lo fredda senza troppi complimenti.

I piemontesi sono in serata decisamente no con la Aquino Connection totalmente in panne, ma riescono a riavvicinarsi al Bolzano con un gol di Ryan McDonough, molto in ombra anche lui, che regala qualche speranza al Cotta Morandini, anche se il vero artefice del non tracollo è da individuare nel portiere Kevin Regan che con le sue parate limita i danni e tiene in piedi la squadra.

Il terzo periodo porta i due gol del Bolzano con Gordon e Fretter, con la Valpe che porta poche idee in attacco e che nel finale non riesce a sfruttare le penalità inflitte agli ospiti, finisce 2-6. Valpe generosa sì, ma con tre errori che sono sintomo di problemi, l’assenza di Trevor Johnson in difesa si è sentita e la stanchezza mentale e fisica negli elementi chiave della squadra ha maturato una sconfitta giusta e meritata con un Bolzano che non ha dovuto faticare troppo e si è limitato a sfruttare le occasioni a sua disposizione. Che fare ora? C’è un farm team da sfruttare sì, ma gli eventuali rinforzi non possono essere considerati come un rimpiazzo fisso specie in difesa e si dovrà dunque intervenire sul mercato cercando di colmare il vuoto nel reparto arretrato e forse inserendo anche un attaccante.

Annunci