HC Ambri Piotta – Ginevra Servette 0 – 3 (0-0;0-1;0-2)

Reti: 27’43’’ Berthon (Pivron,Cadieux) 0-1; 41’34’’ Randegger (Walsky,Conz) 0-2; 52’18’’ Randegger (Conz,Walsky) 0-3

Dopo la bella vittoria nel Derby di Venerdi,l’Ambri non riesce a ripetersi questa sera contro un Ginevra Servette ordinato e che ha saputo colpire nei momenti giusti.

I giocatori biancoblù sono apparsi un pò appannati soprattutto in quella prima linea che tanto bene aveva fatto la sera precedente alla Resega,mentre la prova del reparto difensivo è stata buona al di là di alcune disattenzioni che però hanno influito sul risultato finale.
Poco male,questi ultimi incontri di regular season hanno poco significato dal punto di vista dei punti in palio (con l’eccezione dei Derby ovviamente..),ma possono diventare un buon “allenamento” (passateci il termine un po’ azzardato) in vista degli imminenti play-out.

La cronaca:

L’Ambri si presenta all’incontro con il Servette con l’entusiasmo a mille dopo la bella vittoria nel Derby di ieri sera,e con una novità: dopo la prova superlativa alla Resega (4 punti) Inti Pestoni “soffia” il casco giallo a Capitan Duca,ed è il nuovo Top-Scorer dei Leventinesi.

Il primo periodo,complici forse anche la stanchezza per i match giocati dalle due squadre 24 ore prima,non riserva particolari emozioni:entrambe infatti si limitano a curare la fase difensiva,anche se il Servette si fa preferire in attacco,presentandosi dalle parti di Baumle con una conclusione di Vukovic e con un paio di occasioni per Conz,la più limpida dopo un rebound concesso dal goalie Leventinese,ma in entrambe le occasioni l’attaccante Ginevrino non è lesto nel ribadire in rete.
Le due squadre vanno quindi alla prima pausa sul risultato di 0-0.

L’Ambri inizia in maniera più convinta nel secondo periodo,e durante una superiorità numerica ben orchestrata porta i primi veri pericoli alla gabbia di Stephan con due conclusioni pericolose di Pestoni.
Ma proprio nel momento migliore dei biancoblù arriva il vantaggio del Servette: incursione di Cadieux,Baumle respinge ma è lasciato troppo solo,e dopo un’ulteriore respinta su Pivron deve arrendersi al Tap-in vincente di Berthon.
I Leventinesi perdono un pò di fiducia e il Ginevra prova ad approfittarne con un contropiede di Savary che serve Pivron solo davanti a Baumle,ma la conclusione dell’attaccante Ginevrino sfila di poco a lato.
Le due squadre riprendono come nel primo periodo a fronteggiarsi perlopiù in zona neutra,ma da una fiammata di Roman Botta arriva l’occasione migliore per l’Ambri: il tiro del numero 89 viene respinto da Stephan,arriva Walker che tira a colpo sicuro,ma Stephan ha un riflesso da campione e salva la propria rete.

Ad inizio del terzo periodo il Servette allunga con un gol – fotocopia del primo:stavolta è Randegger a colpire,dopo una respinta di Baumle su conclusione ravvicinata di Walsky.
L’Ambri tenta di reagire con caparbietà,ma stasera c’è poca lucidità sotto porta,oltre ad uno Stephan che si esalta per i fischi del pubblico di casa e blocca qualsiasi tentativo dei padroni di casa.
Il tempo scivola via impietoso,e con l’Ambri ormai quasi rassegnato arriva il punto del 3-0 per i Ginevrini,ancora con Randegger che infila Baumle su un’ennesima ribattuta.

Finisce cosi dopo gli attimi di paura per una ferita al volto per il giocatore del Servette Vukovic,calpestato involontariamente col pattino dal compagno di squadra Brunner.
Per fortuna nulla di grave,il giocatore a fine incontro aveva un taglio sul viso ma era in buone condizioni.

Condizioni non buonissime invece per Gregory Hofmann,visibilmente claudicante e preoccupato per l’infortunio al ginocchio che lo ha costretto ad abbandonare l’incontro ad inizio del secondo periodo.
Abbiamo scambiato con lui due parole a fine match.

S.M.:Gregory,un tuo commento sulla partita
G.H.:Ho visto purtroppo non tutto il match a causa dell’infortunio,però mi dispiace perché eravamo partiti molto concentrati ed in difesa abbiamo lavorato molto bene nel primo periodo.Purtroppo è andata male,il power-play stasera non ha funzionato.
S.M.:Cosa ci puoi dire del tuo infortunio?come ti senti?
G.H.:Dopo un check sono caduto e ho picchiato il ginocchio destro,che mi fa male.Mi hanno detto che ho un’iperestensione agli adduttori,domani farò degli esami per valutare l’entità dell’infortunio.
S.M.:Ieri la vittoria nel Derby,che sensazioni hai provato?ti piacerebbe incontrare il Lugano nei play-out?
G.H.:Sarebbe interessante ma al momento non ho ancora pensato ai possibili avversari dei play-out,dobbiamo rimanere concentrati fino alla fine,poi vedremo quale avversario dovremo incontrare.
Vincere il Derby ieri è stato molto bello,ci ha dato una grande fiducia e oggi eravamo molto carichi,forse è stato quello il problema,lo eravamo troppo….dispiace,ma rimane comunque un buon weekend.

Prima dell’inizio dell’incontro il Direttore Sportivo Jean Jacques Aeschlimann ha presentato il nuovo acquisto Stephane Veilleux,.
Canadese classe ’80,proveniente dalla squadra Finlandese degli Espoo Blues,andrà a rinforzare l’attacco dei Biancoblù fino al termine della stagione

Annunci