(comunicato stampa HC Valpellice)

La Valpe interrompe la serie negativa di 8 sconfitte consecutive e con una prestazione maiuscola infligge un netto 6 – 3 ai Campioni d’Italia dell’Asiago. Quella squadra che solo pochi giorni fa sembrava aver toccato un fondo da cui sembrava impossibile risalire, ieri sera ha sfoderato la miglior prestazione stagionale ridando fiducia ai propri tifosi in chiave playoff.

Malgrado l’assenza di Johnson, Ganzak e Saviels, la “banda Francella” ha dimostrato che giocando con cuore, grinta e metodo tutto può succedere; ingiusto valutare i singoli, tutti bravissimi, ma una parola speciale per l’uomo in più: Alex Nikiforuk, uomo ovunque, cuore e cervello di una squadra che ha pressato gli avversari fino alla sirena aiutando altresì la difesa nella quale Florian Runer, alla prima rete in campionato nel giorno del suo compleanno, e Manuel Moro sono stati superlativi al pari del neoacquisto Trevisani e di Martinelli. Nel momento di maggiore pressione asiaghese è stato poi Kevin Regan ad erigere un muro invalicabile (21 parate solo nel terzo tempo) consentendo di mantenere ed incrementare il vantaggio.

Ora la cronaca: solo 1150 sugli spalti ma l’atmosfera sembra più fiduciosa, arbitrano Metelka e Gamper.

Sin dall’avvio si percepisce che sarà un match di grande intensità con due grandi portieri chiamati a ripetuti interventi per via dei veloci rovesciamenti di fronte; passa per primo l’Asiago con Ulmer alla prima superiorità ma è Nikiforuk, stasera schierato sulla linea dei terzini nei powerplay, con una bomba dalla blu ad impattare al decimo grazie al velo di De Frenza. Disco al centro ed è ancora Ulmer a finalizzare una veloce azione Heinrich – Vigilante; la Valpe non molla e allo scadere di un altro powerplay è un perfetto inserimento di Runer dalle retrovie a consentire il pareggio dopo fraseggio Nikiforuk – Luciano Aquino.

Si va al riposo e si riparte con lo stesso canovaccio ma è la Valpe a menare le danze e una stellare terza linea, guidata da un Silva in formato “Mago” costringe spesso gli stellati sulla difensiva. E’ solo un’invenzione di Borrelli praticamente dall’ingaggio a riportare avanti i vicentini al 32° ma l’ennesimo powerplay ben giocato dà a Luciano Aquino l’occasione di scaricare tutta la propria rabbia con uno slap che neanche Bellissimo può fermare.

Sul 3 a 3 inizia il terzo tempo più bello degli ultimi tempi; Nikiforuk intercetta in zona neutra e s’invola per servire al centro un disco che capitan Iannone, puntuale, insacca. L’Asiago reagisce ma la difesa, con l’aiuto degli attaccanti in ripiegamento, contiene e, quando non basta, c’è super Regan. Due penalità consecutive per ritardo del gioco vengono contenute assai bene e al 55° Nikiforuk completa lil suo capolavoro battendo in due tempi Bellissimo dopo una controfuga innescata da Anthony Aquino e Iannone. E’ il tripudio sugli spalti, si guarda il tabellone per un tempo che sembra non scorrere mai fino al 59° quando dal bunker biancorosso spunta McDonough che con un tiro che attraversa tutta la pista infila la gabbia sguarnita asiaghese per la sesta volta.

La vittoria oltre che ovviamente dare morale a tutto l’ambiente blinda definitivamente il quinto posto in classifica e consente a coach Francella di lavorare con maggiore serenità in vista dei playoff e del recupero degli infortunati.

Giovedì si sale ad Alleghe, ore 20.30 diretta su RBE, contro una squadra che deve disperatamente vincere per agganciare l’ottavo ed ultimo posto disponibile per i playoff mentre sabato ci sarà l’ultimo impegno casalingo della regular season contro il Val Pusteria prima della sosta per la Nazionale.

Annunci