La stagione 2010/2011 del Cortina è inizata tardi causa problemi di tipo economico da parte della società che però è comunque riuscita a iscrivere la squadra al campionato di serie A1.Purtroppo anche le prime mosse di mercato sono state effettuate in ritardo rispetto alle altre formazioni ma comunque la società biancoblu è riuscita ad allestire una squadra competitiva.Con la conferma di Doug Mckay sono stati ingaggiati il portiere Ryan Munce i difensori David Rholfs,Brian Sipotz,Stephen Burns,Michele Zanatta e gli attaccanti Kenny Roche,Jonas Johansson e Matthias Wennerberg.Confermati tutti gli italiani con il ritorno a Cortina del portiere Martino Valle Darin e dell’attaccante Denis Soravia i quali hanno passato la scorsa stagione nelle file del Real Torino in A2.L’inizio di stagione non è fra i più fortunati causa l’infortunio alla spalla del portiere Munce(poi costretto a tornare in America per farsi operare) e al forte attaccante Roche per aver subito un forte colpo alla testa nella prima di campionato contro il Valpusteria.Con un roster ridotto la squadra ampezzana si ritrova in una situazione difficile dato che il portiere Adam Russo (degno sostituto di Munce e ingaggiato a gettone causa un contratto gia firmato con una squadra americana)è costretto a tornare oltreoceano e i punti scarseggiano,quindi,la società torna sul mercato ingaggiando Lino De toni (ex Alleghe), l’attaccante canadese Jesse Schultz prima,il portiere Adam Munro poi. Il team prende più compattezza e i miglioramenti si vedono palesemente , Alleghe e Fassa non sono più così lontane Le condizioni di Roche non migliorano di conseguenza è imminente il suo “taglio”e l’ingaggio di un altro attaccante ovvero Daniel Branda, centro Ceco che porta con sè anche il difensore Marek Posmyk.Con una rosa “rinnovata” il Cortina diventa una squadra molto più credibile e insidiosa per tutte le avversarie.Inizia cosi la “remuntada” degli ampezzani che esprimono un buon gioco che piace e convince,tanto da agguantare le altre squadre di fondo classifica dando cosi inizio a una battaglia per agguantare i playoff.Nel finale di stagione c’è stato un calo psicologico da parte del team di Mckay che si è ritrovato a giocarsi l’accesso alla parte finale di campionato all’ultima partita contro i diretti avversari agordini.Tutto in una partita dentro o fuori,un intera stagione iniziata nel peggiore dei modi causa infortuni mancanza di personalità e sfortuna ma poi risollevata con l’innesto di nuovi giocatori e un cambio di mentalità non da poco.Chi avrà la meglio tra scoiattoli e civette? questo lo dirà solo il campo…quindi tutti allo stadio Detoni di Alleghe per una sfida che si preannuncia infuocata.

articolo ci Cioci91

Foto by GazzettaHockey.it

Annunci