Un Parella in versione Muro di Torino Foto by Angelo Di Girolamo

Doveva essere la partita più importante e non ha deluso le aspettative del pubblico, Real-Aosta finisce con la vittoria degli ospiti e con i padroni di casa che hanno forse, da essere più cinici in powerplay. L’inizio è da incubo per Marco Parella che deve raccogliere nella sua porta due dischi, gli ospiti passano prima con Luca Pignataro (2:31) e con l’infermabile Maurizio Bortolussi (3:05), è un uno-due che taglia le gambe al Torino che non riesce a reagire alla grande grinta messa in campo dagli aostani, proprio loro passano nuovamente con il secondo gol di Luca Pignataro (5:33).

Sembra una partita destinata a finire con un passivo molto largo, ma i padroni di casa guidati da Coach Chironna hanno il merito di non scomporsi e accorciare le distanze con l’ex Serie A2 Davide Di Fabio (6:10), Real che avrebbe l’occasione di passare in vantaggio a quattro minuti dalla fine con Capitan Ermacora che tira fuori dal cilindro un tiro che si stampa sulla traversa a Baraldi battuto. I cambi di fronte sono rapidi e veloci e nessuna delle due squadre vuole starci a perdere, prima Musso impegna l’estremo difensore valdostano poi Davide Baraldi chiama alla parata Parella, fine primo periodo 1-3.

Il secondo periodo inizia con l’Aosta che spinge per cercare il gol della sicurezza e Parella è chiamato a fare gli straordinari sulla conclusione di Bortolussi e sui tentativi di Paolo De Luca e Blanc, ma è costretto a capitolare di fronte alla conclusione di Jacopo Zambaiti (21:33) che sigla l’1-4 per gli ospiti. I padroni di casa cercano però subito la reazione con Davide Di Fabio, buona prestazione per lui oggi, il suo tiro però finisce a lato, i torinesi ci credono ed accorciano nuovamente le distanze con Gianluca Stefanati che finalizza un assist di Mauro Famà, secondo periodo che si chiude sul 2-4.

Terzo periodo dove il Real prova a pareggiare i conti, dopo sei minuti Mauro Famà impegna Baraldi, ma il portiere ospite è bravo nella circostanza ed è a metà periodo che i torinesi trovano il 3-4 con Nicolò Pace, oggi impegnato con la C su assist di De Nardis. I padroni di casa ora vogliono provarci fino in fondo, ma l’Aosta non sta a guardare e tiene bene in scacco la difesa torinese, a due minuti dalla fine ci prova Bortolussi, ma Parella conferma la sua prestazione, che nonostante i gol, è stata superlativa. Time out, torinese e Coach Chironna toglie il portiere per inserire un sesto uomo di movimento, ma l’azione non da il risultato sperato con Simone De Luca che insacca a porta vuota, finisce 3-5.

Annunci