Portieri:

Marcello Platè 8+: Inizio difficile per lui di stagione, si è lentamente ripreso partita dopo partita tornando ad essere lo “Spider” della passata stagione. Grinta ed impegno mai in discussione ed una serie di playoff dove è stato per lunghi tratti in grado di tenere il suo fortino dalle scorribande gardenesi. EROICO

Alessandro Tura 6.5: Il giovane asiaghese al primo anno senior non ha per nulla sfigurato, belle prestazioni alternate a quella giusta mancanza di esperienza che ci si aspetta da un ragazzo che si affaccia da una realtà diversa da quella delle giovanili. Premiato anche dalla convocazione in Nazionale. PROMESSA

Difensori:

Manuel Moro 8: Bandiera inamovibile di Torino, è raro trovare delle pecche nell’ennesima stagione perfetta di Manuel che lo ha portato anche a giocare in A1 con la maglia del Valpellice prendendosi tanti complimenti. ESEMPIO

Jussi Laine 7,5: Il difensore che dal periodo targato Bohacek mancava, un regista difensivo capace di difendere e di offendere e che si è ben adatto ad essere un faro per i giovani. DINAMICO

Marco Tremolaterra 7+: C’è chi lo vorrebbe rottamare, ma la verità è che Tremo è stato in grado di reggere la difesa anche nei momenti più critici della stagione e facendo crescere a fianco a lui un ragazzo come Martino Varese. IMMORTALE

Lubos Sekula 7: Il sabaudo di Slovacchia ha concluso l’ennesima stagione in crescita, nonostante il brutto infortunio ha saputo riprendere con autorità il suo posto in squadra. ROCCIA

Martino Durand Varese 6,5: Ragazzo dotato di un buon talento, ma con il difetto di avere fasi di “buio”. Alla prima esperienza senior ha comunque dimostrato di sapersi adattare e si candida ad essere una possibile sorpresa della prossima stagione. TALENTO

Luca Rivoira 6: Poche partite per il ragazzo che ha dimostrato comunque che a hockey ci sa giocare e anche piuttosto bene.

Gabriele Bonnet 6.5: Comincia la stagione in difesa con risultati alterni per tornare all’origine, in attacco e ritrovando una sua dimensione diventando una piacevole sorpresa nel finale di stagione. JOLLY

Andrea Ricca 6: Gioca poco, ma quando lo fa riesce a togliersi belle soddisfazioni. La strada nell’hockey senior è tutta da farsi per lui. SEMPRE PRONTO

Attaccanti:

Nicolò Ceretto 6.5: Che questo ragazzo possa diventare un buon attaccante ormai il pubblico torinese lo ha capito, ma anche lui come Varese alterna momenti di luce a momenti di buio. Ottimo il suo finale di stagione, ma può e deve fare di più. INTERESSANTE

Stefano Coco 7-: Sfortunato nel finale di stagione, Stefano ha dato nell’arco della stagione il massimo trovando una buona intesa con Mantovani, non un goleador come dice lui, ma un gran lavoratore che è servito. PENNELLATORE

Frank De Frenza 7: La sorpresa forse più grossa, dopo una stagione difficile a Milano si è ampiamente riscattato a Torino. Lottatore e uomo squadra, sarà uno dei punti dal quale il Real dovrà ripartire. SORPRESA

Davide Mantovani 7+: Doveva essere la stagione del riscatto e così è stato, il bolzanino ha messo in campo tutta la grinta possibile ed ha cercato di essere un punto di riferimento per i compagni nella seconda linea, importante la sua crescita per la squadra anche in ottica futura. RINATO

Nicolò Pace 6,5 : Positiva la stagione del ragazzo tornato dalla Slovacchia, un lottatore, che ha saputo farsi valere anche a suon di pugni con gli avversari. COMBATTIVO

Riccardo Corio 6: Uno dei tanti esordienti di quest anno, bene nelle poche occasioni ricevute, ha mancato come gli altri esordienti di quel cinismo sotto porta che in alcune circostanze avrebbe fatto comodo, ma resta un giocatore interessante. DA SCOPRIRE

Aleksandr Petrov 8: Il top scorer che mancava a Torino da diverso tempo, per lui parlano i suoi gol. ARGENTO VIVO

Julius Sinkovic 7,5: The Heartbreaker ha dimostrato di avere un grande talento che se verrà ben coltivato lo farà arrivare lontano. CREATIVO

David Stricker 9: Il migliore del Real questa stagione è stato proprio lui, il Capitano, mai mollato su un disco e sempre ad incitare i compagni nelle situazioni difficili, un esempio ed una bandiera. MONUMENTALE

Andrea Schina 6,5: Meriterebbe di più, ma ha tutto il tempo, come del resto molti dei giovani della squadra per dimostrare un talento che è già certezza. IL FUTURO

Annunci