Di Diego De Zolt

Fort Bellissimo non cede agli assalti Foto by Maurizio Condolo

Proprio cosi, per sapere chi sara’ la seconda finalista del campionato di hockey su ghiaccio bisognera’ aspettare l’esito di gara 7 sabato ad Asiago. Una partita che gia’ si annuncia all’ultimo respiro con la squadra dell’ altopiano favorita sia per il fattore campo che per l’entusiasmo di aver recuperato un gap che li vedeva sotto nella serie per 3 a 1. Veniamo pero’ alla cronaca di gara 6 ieri sera a Bolzano. Squadra di casa senza Borgatello e Suhonen e Asiago senza M. Tessari e con Borrelli inzialmente tenuto a riposo. Coach Tucker modifica le linee spostando A. Heinrich con il fratellino e Vigilante. Squadre che partono guardinghe, la posta in palio e’ alta e si vede. Prima occasione per Fretter a meta’ tempo ma Bellissimo fa subito vedere che la serata lo vedra’ protagonista!! Il portierone della nazionale nulla puo’ pero’ all’11,30, quando Souza finalizza una bella triangolazione con Irmen e Fretter. Al 16 Ruggeri solo davanti a Bellissimo spara sui gambali del portiere asiaghese. Il periodo centrale si apre con una penalita’ per Souza e all’Asiago bastano 10 ” di powerplay per siglare il pareggio con Ulmer che, da posizione angolata, buca un colpevole Zaba in mezzo ai gambali. In questo periodo centrale il Bolzano spreca ben 5 superiorita’ numeriche di cui una in 5 contro 3 ( senza tirare in porta!!!!). L’Asiago invece nell’unica superiorita’ numerica ( fuori Egger) a un minuto dalla fine, ringrazia e si porta in vantaggio con A Heinrich che solo nello slot ha tutto il tempo di aggiustarsi il puck con un pattino e di bucare per la seconda volta Zaba. Nel terzo drittel Bolzano a testa bassa e palo di Zisser al 4′, dopodiche’ Bellissimo chiude la porta a doppia mandata e per il Bolzano e’ notte fonda. Anzi negli ultimi minuti i fratellini Heinrich e Ulmer si divorano delle ghiottissime occasioni. Il Bolzano toglie il portiere ma il risultato non cambia. Da segnalare nell’ultimo minuto una violenta carica di Egger ai danni di A. Heinrich che il giocatore dell’altopiano sente in maniera evidente rimanendo sul ghiaccio per alcuni secondi. I due giocatori poi sono venuti a contatto nel tunnel degli spogliatoi e perfino nel parcheggio del Palaonda rischiando di venire alle mani. Non c’e’ che dire un’ottimo preludio per quello che succedera sabato. Bolzano che se non riuscira’ ad arrivare in finale non potra’ che fare mea culpa visto che si trovava in vantaggio 3 a 1 nella serie!!!!!

HC Interspar Bolzano – Supermercati Migross Asiago 1:2 (1:0, 0:2, 0:0)

HC Interspar Bolzano: Matt Zaba (Günther Hell); Alex Egger, Mika Lehtinen, Rosario Ruggeri, Rhett Gordon, David Ceresa, Michael Busto; Colton Fretter, Danny Irmen, Mike Souza, Giulio Scandella, Nick Mazzolini, Marco Insam, Stefan Zisser, Anton Bernard, Christian Walcher, Enrico Dorigatti
Allenatore: Adolf Insam

Supermercati Migross Asiago: Daniel Bellissimo (Gianfilippo Pavone); Matt De Marchi, Michele Strazzabosco, Nicholas Plastino, Ladislav Benysek, Enrico Miglioranzi, Andrea Gorza; Adam Henrich, John Vigilante, Michael Henrich, Ralph Intranuovo, Layne Ulmer, Federico Benetti, Nicola Tessari, Filippo Busa, Marco Rossi, Michele Stevan, Dave Borrelli
Allenatore: John Tucker

Arbitri: Luca Cassol, Fabio Lottarolli (David Tschirner, Ulrich Pardatscher)

Reti: 1:0 Mike Souza (11.30), 1:1 Layne Ulmer (20.31), 1:2 Adam Henrich (39.33)

Minuti penalità: Bolzano 12 – Asiago 14

Tiri in porta: Bolzano 33 – Asiago 24

Spettatori: 3200

Annunci