Sono arrivate le due fiammate da Torino e Bolzano dopo lo scandalo di Gara 3, il Real esprime la sua opinione già chiara domenica, ossia il Bolzano colpevole di essere arrivato in ritardo oltre il tempo massimo consentito dal regolamento ha perso la partita a tavolino, nel suo comunicato il Real richiama all’attenzione sulle regole proprio da rispettare perchè il campionato sia considerato serio. Ricordiamo noi che Torino lo scorso anno vinse tre partite a tavolino, due perchè l’Agordo non si presentò e una ad Asiago quando fu preferita una U13.

La risposta del Bolzano è arrivata ed è interessante da leggere, la pista non era disponibile all’orario in cui la partita si sarebbe dovuta giocare (17:00) e che il palazzetto sarebbe potuto rimanere aperto affermando dunque che le condizioni per giocare di fatto c’erano tutte. I più scettici si chiedono: l’ora e mezza di ritardo cosa a significare sul fatto che la pista non era disponibile alle 17:00? I tifosi viaggiano in piena confusione, qualcuno di più acceso rimanda già al caso Gherdeina-Eriksson e al grande polverone di quella decisione che turba la serenità dell’hockey ancora oggi. Adesso lo scudetto sarà conteso dal giudice, che dovrebbe decidere nella giornata di domani, ci chiediamo, ma davvero non poteva finire diversamente?

Annunci