Voci da Asiago-Milano

Grande rispetto per queste due squadre che si sono sfidate domenica 17 aprile in casa Asiago. Da una parte le padroni di casa che la scorsa stagione hanno disputato il campionato di serie A con molte difficoltà ma che nonostante tutto, sconfitte, critiche poco costruttive e la solita indifferenza rivolta al femminile non hanno mai mollato e anzi, a dimostrazione di essere delle vere leonesse hanno cacciato gli artigli e dimostrato chi sono.

Dall’altra una compagine alle prese con gli esordi, affamata di vittoria e di voglia di affermarsi.

In comune hanno la grande passione per questa disciplina e la voglia di mettersi in gioco, e mentre in campo non ci sono state esclusioni di colpi, fuori si torna tutti amici per il conseguimento di un unico grande obiettivo: lo sviluppo dell’hockey femminile.

Abbiamo fatto alcune domande ad entrambe. Per le venete parla il capitano, Angela Cunico. In lei una grandissima crescita e la voglia di vincere. Per le milanesi abbiamo parlato con Fabiola Berardi, giovanissima promessa azzurra.

Parla Angela Cunico, capitano delle leonesse.

–  Angela una vittoria di 8 a 3 con il Milano, cosa rappresenta per voi questo risultato?

Sicuramente questa vittoria è stata per noi importante, la dimostrazione che siamo una squadra in crescita, che ha lavorato molto e che deve però  lavorare moltissimo!!  

–  Partita agguerrita fin dai primi minuti, sicuramente guidata dalla voglia di vincere da entrambe le parti, qual’è la tua opinione a riguardo?

Si infatti… è stata una partita agguerrita, da parte del Milano c’ era la voglia di riconfermare la vittoria contro di noi che avevano ottenuto a Brunico a gennaio (4 a 3) e da parte nostra c’ era la voglia di soddisfazione dopo mesi e mesi di duro allenamento, e volevamo comunque ben figurare in casa nostra di fronte al nostro pubblico. Non nego che l’aiuto delle giocatrici dell’Agordo  è stato importane per noi, ma l’unione fa la forza e ogni singolo componente  ha dato il suo e la vittoria è stata di squadra!

–  Qual’è il futuro dell’Asiago femminile? Tra la vostre fila sono comparse alcune giocatrici di Agordo, è possibile un ritorno al campionato con questi rinforzi?

. Per quanto riguarda il futuro da parte nostra c’è la voglia di andare avanti e migliorare,il nostro è un gruppo bellissimo e unito… non si sa mai che a noi si possa aggiungere qualche rinforzo….

Le parole di Fabiola Berardi, giovane promessa. Sogni, speranze e un augurio per il futuro.

–  Ciao Fabiola. Parlaci della tua squadra, le Diavoli Rossoneri Ladies. 

Beh le Ladies che dire..siamo una squadra molto affiatata abbiamo sogni e speranze in comune vogliamo far conoscere l’hockey femminile e divertirci. L’unica cosa che posso realmente dire!?! Ho delle compagne fantastiche tutte speciali se dovessero chiedermi di cambiare qualcosa risponderei tranquillamente di NO! io sono una ladies!

–  Domenica la partita è stata molto combattuta, e tu hai dimostrato grinta e grandi capacità. Che speranze hai per il futuro? 

Diciamo che come tutte ho il grande desiderio di indossare la maglia azzurra e spero di avere l’opportunità di coronare questo sogno nei mesi a venire =)

Tra pochi giorni parteciperai al raduno di Torino per rientrare nella rosa che giocherà la prima edizione di coppa italia U18. Cosa rappresenta per te?

Non potete immaginare l’agitazione che ho addosso,per me è un grande traguardo, dato che la mia “carriera” sul ghiaccio è iniziata solamente nel settembre dell’anno scorso. spero che la passione e l’impegno mi portino a raggiungere ogni obiettivo. Ma per tutto questo devo ringraziare i miei genitori ( non che miei allenatori in line ) Moris Brambilla (allenatore ghiaccio) e Davide e Alessandra Martoscia che hanno creduto in me. Poi ovviamente tutte le mie compagne di squadra che mi aiutano a crescere e mi hanno incoraggiata a percorrere questa avventura.

Annunci