The young superstar Foto by erstebankliga.at

Promossa lo scorso anno la Slovenia prova a salvarsi in Slovacchia, missione non facile nel primo girone dove si trova a vedersela con Germania, Russia e proprio i padroni di casa della Slovacchia.

Assente il gioiellino Anze Kopitar fermo ai box per un infortunio, sono molti gli “italiani” del gruppo a partire dal portiere Andrej Hocevar, il portiere del Pontebba ha terminato la sua seconda stagione italiana con una percentuale parate del 90.1 % in 32 match di regular season e del 90.9% nelle quattro sfide con il Bolzano ai playoff, “Andro” sarà il backup di Robert Kristan, portiere del Medvescak Zagreb.

In difesa accanto alle vecchie conoscenze della Serie A1 Greg Kuznik e Ziga Pavlin troviamo Sabahudin Kovacevic che ha giocato in questa stagione con l’Asiago per poi finire all’Alleghe e Andrej Tavzelj del Pontebba. Basta poi scorrere il roster ed arrivare al nome del capitano per capire che è una vecchia conoscenza anche lui delle piste italiane si tratta di “Meteora” Tomaz Razingar arrivato a Brunico la scorsa stagione con scarsi risultati, ma è riuscito nella stagione appena trascorsa a recitare un ruolo da protagonista nel Villacher che lo ha confermato per il prossimo campionato.

La Slovenia conta su un attacco con diversi elementi molto giovani tra cui svetta il ventunenne centro Rok Ticar, terzo nella classifica dei top scorer della EBEL con 68 punti (24 gol, 44 assist) in 54 partite di regular season, inutile dire che da lui ci si aspetta una grande mano per la salvezza.

Annunci