Di Claudio Costa

Terza partita del primo turno di questi Mondiali per Russia e Slovacchia, già sicure del passaggio del turno si affrontano in quel di Bratislava davanti ad un Orange Arena gremita in ogni ordine di posto per stabilire chi agguanterà il secondo posto dietro la Germania.
Subito si fanno vedere i slovacchi dalle parti di Nabokov che para senza molti problemi dando il via al contropiede russo che, neanche un minuto dopo l’inizio, si porta in vantaggio con Radulov. Passano trenta secondi; Nabokov concede un rebound sul tiro di Nagy e Miroslav Satan non perdona con un gran tiro al volo e riporta le due squadre in parità. Sullo scadere del primo tempo, una bella incursione di Kovalchuk lungo la balaustra da il via al nuovo vantaggio per gli uomini di Bikov, bel passaggio al centro verso Nikulin, one-timer dalla blu e goal.
Secondo periodo si apre con due penalità in pochi minuti per la squadra padrona di casa, powerplay russo che non viene concretizzato. Al 30:06 Gaborik su una ripartenza mette a sedere l’estremo Nabokov insaccando alle sue spalle. Nagy poco dopo firmerà il goal del primo vantaggio della serata grazie anche alla complicità del portiere russo che non sembra così sicuro sull’intervento. Questo comporterà la sua sostituzione mettendo tra i pali il suo back-up Barulin.
Secondo tempo che si avvia verso la conclusione, doppio powerplay a favore dei russi che subito non riescono ad insaccare il goal del pareggio grazie ad un bravo Halak che si fa sempre trovare pronto, ma nulla da fare sul gran tiro dalla media distanza, ancora di Nikulin, che fa suonare la sirena.
Terzo tempo, e nuovo vantaggio per la squadra russa; dopo una serie di rimpalli, capitan Morozov in backhand riesce a battere un incolpevole Halak e a siglare il goal partita che vale i tre punti.

Russia – Slovacchia 4-3
Tiri: 31-32 (7-15; 17-7; 7-10)
Penalità: 8-14 (0-0; 2-12; 6-2)
Uomo partita: Nikulin – Handzus

Annunci