Di Tamara Bergamaschini

Dopo 2 periodi conclusi sullo 0-0 nel terzo periodo gli Svedesi si portano sul 2-0 con il secondo shutout consecutivo. Grazie a questa vittoria conquistano automaticamente i quarti di finale, arrivando a quota 10 punti (3 vittorie e 1 sconfitta ai rigori) mentre la Svizzera che era costretta ad ottenere almeno un punto in questa partita resta ferma a 3 punti (1 vittoria all’OT, 1 sconfitta all’OT e 2 sconfitte), ora solo un miracolo può portarli avanti visto che la Norvegia è a 5 punti e gioca l’ultima partita contro la Francia, mentre gli svizzeri dovranno vedersela con gli USA. Il primo periodo è stato caratterizzato dall’elevato numero di penalità inflitte alla Svizzera (4 penalità contro 1 alla Svezia) che ha costretto il coach a modificare le varie linee.
Il secondo periodo continua a vedere un bel gioco da parte dei portieri che mantengono inviolate le loro reti e gli svizzeri riescono a modificare il loro gioco evitando di prendere facili penalità come successo nel primo periodo che li avevano costretti a giocare per buona parte del tempo in inferiorità numerica.
La partita viene decisa nel periodo conclusivo quando gli svedesi, appena usciti da 4 min di inferiorità, al 47.47, si portano in vantaggio grazie alla rete di Backlund. Poco dopo la Svizzera viene nuovamente a trovarsi per 2 volte in situazione di inferiorità, ma riesce a mantenere il risultato invariato. Al 58.55 la Svizzera toglie il portiere Genoni per provare a rimontare con l’uomo di movimento in più, ma sarà proprio questa decisione che porterà praticamente in chiusura di partita, al 59.28 al raddoppio della Svezia a porta vuota realizzato sempre da Backlund che chiuderà definitivamente la partita e le possibilità di rimonta della Svizzera.

Annunci