L’interesse del Lugano per Thoresen,si sa,non è certo notizia di oggi.
Il forte centro Norvegese,dopo la splendida stagione con la maglia verde del Salavat Yulaev Ufa nella KHL (65 punti in 54 partite..),è attualmente in scadenza di contratto,e quindi libero di scegliersi una squadra per la prossima stagione.

Fino ad oggi,le opzioni per Thoresen erano 3: Un contratto “one-way” con una franchigia NHL (ma su precisa richiesta del giocatore,con garanzia di giocare in una delle prime due linee..),un rinnovo a cifre esagerate con il Salavat Ufa,e un ritorno in NLA (con ogni probabilità proprio a Lugano).

Thoresen in maglia bianconera,i tifosi sognano un suo ritorno. Foto Ti-Press, G. Putzu



Di voci sul futuro del forte centro Norvegese ne girano molte,e sicuramente ci sono persone meglio informate di noi,ma vogliamo riportare qui non una voce ma un fatto molto concreto.

Da oggi,infatti,o meglio da qualche giorno a questa parte,le opzioni che abbiamo riportato sopra sono diventate solamente 2: il Salavat Ufa si trova infatti di fronte ad una importante riduzione del proprio budget,che costringerà la squadra campione in carica ad un taglio alle cifre (quasi folli..) dei contratti dei giocatori.

Il sito championat.ru riporta sulle sue pagine le parole di Konstantin Tolkachev,presidente dell’Assemblea di Stato della Repubblica del Bashkortostan (la regione Russa di cui la città di Ufa fa parte),nonchè membro del consiglio del club,che annuncia una drastica riduzione del budget per la prossima stagione.

Con undici giocatori in scadenza di contratto,gli sforzi maggiori,secondo Tolkachev,verranno fatti per trattenere Radulov,la stella assoluta della squadra (che rimarrà..),mentre con gli altri giocatori sono in corso delle trattative,il che,in altri termini,significa un’offerta di rinnovo a cifre minori rispetto al contratto precedente.

La possibilità di un rinnovo in Russia per Thoresen pare dunque chiusa,e quindi,appunto,le sue opzioni si “riducono” a 2: NHL e NLA.
La strada che porta ad un ritorno del 28enne sulle rive del Ceresio rimane difficile,anche se Thoresen non è l’unica opzione sui taccuini dei dirigenti bianconeri per la scelta del centro straniero,girano altri nomi importanti (Filpula su tutti),ma Patrick rimane quella più gradita allo Staff tecnico e ai tifosi e,facendo i dovuti scongiuri,i fans del Lugano sono da oggi un pò più vicini a rivedere “Thor” sul ghiaccio della Resega…

Advertisements