Di Andrea Volpe

Foto by Biagrass Rossoblu

In una sala gremita, anche da molti tifosi rossoblu che non volevano mancare a questo storico momento, presente l’ artefice del progetto, il sign Medvedev presidente della KHL ed il presidente della FISG Giancarlo Bolognini e ospiti importanti come l’ assessore dello sport Chiara Bisconti ed il primo console russo Alexander Grachev che fa conoscere a tutti noi un detto russo “l’hockey è uno sport per veri uomini”.

Il primo “protagonista” a prendere la parola è Ico Migliore. L’ importanza di questo progetto per l’ hockey milanese e per l hockey italiano è tanta, un progetto d’ importanza soprattutto sportiva dice Ico, lo si capisce dal fatto che la KHL inizierà la collaborazione già dalla stagione 2011-2012 dove il Milano punterà alla promozione alla massima serie , con l’ acquisto di 3 forti stranieri e non “scarsi”, dice, come successo quest’ anno. Per promuovere il progetto si parla anche di un amichevole tra vecchie glorie anche del campionato russo. Alcune novità sono la volontà di creare una nazionale under 20 italiana gestita dal Milano per favorire lo sviluppo dei giovani e puntare alla KHL e la volontà di ripristinare il forum per l’hockey.

Il turno poi passa a Medvedev che inizia subito dicendo che il progetto avrà un seguito e che nonostante l’ Italia non sia un paese di natura puramente hockeystica ha caratteristiche simili a quelle che servono per giocare ad hockey come la forza, velocità e la durezza. Continua dicendo che spera di vedere molti giovani italiani approdare in KHL e che molti giovani sono già interessati ad un trasferimento a Milano. Parla dell’ espansione della KHL come un progetto che favorisce l hockey ed i rapporti interculturali tra i paesi e chiude con un “arrivederci”  fra un anno per la presentazione degli ultimi dettagli del Milano in KHL.

In fine la parola al presidente della FISG che dopo cenni storici dell’ hockey italiano sottolinea l’importanza del progetto e dichiarando l’importanza per lo sviluppo dell’ hockey in Italia, l’espansione nella Pianura Padana. Continua dichiarando che non si potranno spostare i giocatori dalla squadra “russa” a quella “italiana” per non “uccidere” il campionato e ringrazia infine Medvedev

Si passa poi alle domande da cui si trae che non si conosce ancora l’ allenatore della squadra che giocherà la KHL, non si giocherà nel girone con le squadre siberiane ma contro quelle dell’ ovest tra cui le moscovite e le collaborazioni tra Agorà , Palasesto e Forum per favorire l’hockey.

Si chiude con Medvedev che indossa la maglia del Milano con il numero 1 e con un saluto fra un anno quando le sfide contro SKA S. Pietroburgo e Spartak Mosca saranno ancora più vicine.

La Redazione ringrazia gli amici di Biagrass per il prezioso resoconto

Advertisements