Il 17 Agosto 2011 alle ore 21 è andata in scena ad Alba di Canazei la seconda amichevole della Nazionale Olimpica Italiana che per l’occasione ha affrontato la formazione della Colgate University davanti ad un pubblico molto contenuto dovuto anche molto all’elevato costo dei biglietti (12 € gli adulti e 8 i bambini sotto ai 14 anni) che ha scoraggiato molti neofiti in vacanza in valle che all’arrivo in biglietteria alla scoperta del costo decidevano di rinunciare, peccato un’altra occasione persa per far conoscere questo sport.

Parata di Tragust

La partita si apre con la formazione Statunitense che si porta in vantaggio dopo appena più di 3 min di gioco, al 3.03 Rivellini su assist di Poplawsky e Nasch, quando sul ghiaccio è presente la 3a linea dell’Italia, poco dopo la ripresa del gioco è l’Italia a tentare subito la reazione, sprecando però davanti porta.

Il raddoppio avviene poco dopo, al 4.49 il n°15 Firman, che verrà anche premiato come miglior giocatore del torneo, su assist di Leidl e J.Mcnamara realizza il raddoppio .

La Nazionale italiana non si mostra comunque vinta e prova a creare diverse occasioni, la migliore delle quali termina con un palo centrato da Hackofer al 9.30 in PP.

L’occasione giusta però si presenta all’11.58 quando l’Italia sfrutta una situazione di doppio PP e riduce lo svantaggio portandosi sul 1-2 grazie alla rete di capitan Hofer su assist di Kostner.

A poco più di 2 min dal termine del primo periodo su un nostro errore arriva la rete dell’1-3, Camin viene infatti a ritrovarsi senza bastone dopo uno scontro con un nostro difensore e gli statunitensi ne approfittano, rete di Smith su assist di Bourdon e K. Mcnamara.

Il secondo periodo si apre con una superiorità dell’Italia non sfruttata, ma al 26.49 in PP con un tiro dalla blu di Marchetti su assist di Insam e Willeit si porta sul 2-3.

rete di Marchetti per il 2-3 dell'Italia

Il resto del periodo scorre con relativa tranquillità e con le formazioni che provano a creare occasioni da rete senza mai però rendersi veramente pericolose.

Da segnalare che all’31.47 Camin viene sostituito da Tragust per alternare i due portieri, buona prova del giovane Camin a parte qualche piccola incertezza.

Nell’Italia si nota che da metà primo periodo le linee iniziali sono state modificate mostrando una partita molto più equilibrata, inizialmente la nostra 3a linea subiva molto la pressione statunitense.

In apertura del terzo periodo da segnalare un’occasione sprecata dall’Italia che da metà periodo aumenta notevolmente il ritmo forzando in avanti senza però riuscire a concretizzare.

Al 58.56 l’Italia chiama time out e toglie Tragust per sfruttare l’uomo di movimento in più, inizialmente questo sembra portare al risultato sperato con la formazione che si avvicina al pareggio, ma al 59.26 gli statunitensi chiudono definitivamente la partita con Mayer che realizza a porta vuota la rete del definitivo 2-4.

migliori giocatori dell’incontro:

Italia: Hofer

Colgate University: Firman

Le rispettive formazioni:

Formazione Italia: Camin, Tragust; Marchetti, Hofer (C), Willeit, Hackhofer, Baur, Miglioranzi, Bregenzer, Glira; Tessari, Insam (A), Benetti, Traversa, Tauber, Frei, Kofler, Caletti, Pozzi, Kostner, Rizzi, Cornacchia M. Allenatore Rick Cornacchia.

Formazione Colgate University: Evin, Mihalik; Mcpherson, Poplawsy, Rivellini, Nasch, Smith, Mcnamara K., Long, Firman, Bartliff, Bourdon, Mcnamara J., Mayer, Price, Prockov, Leidl, Wagner, Sinz, Larkin, Mccawn. Allenatore: Don Vaughan.

Foto di Igor “Stradin” Fantin

Annunci