In Italia abbiamo imparato tutti a conoscere Joel Salonen, trentasette anni di Hämeenlinna città che dista 98 km da Helsinki. La sua storia nel nostro paese comincia a Varese dove arriva nel 2004-05 dopo le prime esperienze fuori dalla Finlandia in Danimarca e Inghilterra, la squadra che trova ha la tra le sue fila gente del calibro di Daniel Sisca, l’attuale NHL Jason Chimera, Paolo Della Bella e tanti altri giocatori di livello.

.

Dopo l’ottima stagione varesina fatta di 33 partite in regular season con a referto 11 gol e 14 assist e 6 partite con 6 assist nei playoff decide di emigrare nuovamente, si tratta dell’Olanda e precisamente dei Tilburg Trappers dove risulta uno dei migliori. Il 2006 riporta Joel in Italia, non più A1 questa volta è la A2 di Torino, l’All Stars Piemonte di Casale e Sacratini allenato dall’ex compagno di squadra a Varese Maurizio Mansi.

Salonen rimane a Torino anche dopo la prima stagione targata ASP, allena la C sempre stellata, ma viene richiamato in servizio dopo l’infortunio di Jason Selleke e rientra segnando contro l’HC Valpellice. Il fallimento della squadra sembra chiudere la carriera del giocatore finnico, ma il Real Torino a stagione iniziata lo rimette in pista, la prima stagione non è clemente con lui: 6 partite con 3 assist e 2 partite con 0 gol ai playoff.

La sua grinta e la voglia di rimettersi in pista gli fanno guadagnare un’altra stagione in pista, i compagni dal canto loro adorano Joel e lo considerano un leader ed anche gli avversari lo rispettano, dice di lui Paolo Della Bella “Joel è fantastico, se è in forma è uno degli stranieri più forti del campionato”. La stagione per lui è sicuramente bella, in linea con Stricker e Silva riesce a mettere in mostra tutta la sua classe, finisce ai playoff col Gardena la sua storia su ghiaccio, ma dov’è finito ora?

Joel lo trovate ancora in Piemonte, lavora per la Ahlstrom, azienda finlandese che lo ha assunto dopo un periodo di studi. Un finale della storia curioso, ma davvero non lo rivedremo gironzolare in qualche palazzetto come allenatore prima o poi?

Advertisements