Morozov segna subito,e per il Kazan è tutto facile,Dinamo assente ingiustificata.

Morozov esulta: ottimo esordio per il suo Kazan

Di Damiano Morandi

Esordio infelice per la Dinamo Riga contro il piü quotato Kazan. Squadra lettone con una rosa di giocatori prevalentemente composta da propri nazionali.
Il livello qualitativo comunque è decisamente inferiore alla rosa russa la quale vanta nomi quali Vehanen,Kapanen,Morozov solo per citarne alcuni.

Primo periodo subito in salita per i granata Lettoni: dopo solamente un minuto di gioco goal di Morozov su assist di Nikulin.
Pressione continua da parte di Morozov che al terzo minuto minaccia per ben due volte la gabbia difesa da Holt.Minima reazione della Dinamo che cerca con Dzherinsh di avvicinare la gabbia difesa da Vehanen. All’ottavo minuto Sotnieks “regala” ai suoi una penalitä partita con annessi cinque minuti di penalità.

Tarda qualche minuto il goal dei padroni di casa: Medvedev taglia fuori la difesa lettone e appoggia a Lemtyugov che davanti a Holt non puö sbagliare. Gli ospiti non riescono a trovare varchi,la pressione del Kazan è sempre molto elevata.
Timida reazione della Dinamo portata avanti della sua punta di diamante Ankipans ma Vehan dice no. Conquista comunque un powerplay per i suoi che purtroppo non servirä a nulla.
Il Kazan continua a martellare la gabbia difesa da Holt con tiri da fuori.

Secondo periodo che inizia malissimo per i granata: Ankipans lascia i suoi in inferioritä e solo dopo tre minuti arriva il goal di Petrov.
4-0 e match che sembra chiuso,anche perchè bisogna attendere il 34esimo minuto per assistere al primo goal della Dinamo,da parte di Lundmark .
Altra penalità a sfavore degli ospiti che comunque al 39esimo minuto si fanno vedere in maniera pericolosa davanti alla gabbia di Vehanen.

La Dinamo insiste ad inizio terzo periodo e in due minuti guadagna un cinque contro tre che al 43esimo porterà al goal per merito di Karsums su azione sviluppata da Varg. Granata che contiunano la pressione e arrivano vicinissimi al goal con Tsibulskis.
Siamo ormai verso la conclusione dell’incontro,la Dinamo insiste ma gli attacchi sono vani.
Al 60esimo arriva però il quinto goal che chiude l’incontro,a porta vuota da parte di Medvedev.

Vittoria meritata quindi per il Kazan che ha dominato l’incontro. Per la Dinamo sconfitta che deve far pensare dato che la squadra è stata praticamente assente per tutto l’incontro tranne l’ultima parte del terzo periodo.

Annunci