Non basta un triplo vantaggio alla squadra Lettone,il Mytishi si impone 4-3

Poca fortuna oggi per la Dinamo

Di Damiano Morandi

Ancora una sconfitta per la Dinamo Riga, che pur essendo passata in vantaggio per ben tre volte contro l’Atlant Mytishi non riesce a portare a casa una vittoria che avrebbe dato un’iniezione di fiducia dopo la disarmante prova contro il Kazan.

Eppure la partita per la Dinamo inziai bene,e il primo centro per i granata arriva al 10 minuto,ed è Lundmark a siglarlo: puck che dal terzo della Dinamo arriva a Warg liberissimo il quale dialoga con Redlihs M. che non deve far altro che appoggiare a Lundmark che con uno stile non impeccabile riesce comunque a siglare.

Al 20esimo l’Atlant sfrutta a dovere il suo powerplay.
Rapidissimo scambio tra Radjvoievic e Barulin nel terzo dei lettoni e Niskala batte Holub con una bomba sotto l’incrocio.
Il pattinaggio e la velocitä sono l’arma della Dinamo e il nuovo vantaggio arriva con un contropiede che taglia fuori la difesa dei padroni di casa. Cipulis imbecca Redhlis K. che non puö sbagliare solo davanti a Kovarik.
Secondo periodo che prosegue animatissimo con continui cambiamenti di fronte, le due squadre sanno che probabilmente si deciderà tutto all’ultimo secondo.
Immediato il pareggio dei Mytishi: azione di contropiede, e Musatov batte Holub da distanza ravvicinata. Ottimo l’assist di Rybakov che con un tunnel a Lavrins spiana la strada per il goal.

Bastano però solo cinque minuti alla Dinamo per ritrovare il nuovo vantaggio. Powerplay sfruttato ottimamente, Redlihs si impadronisce del puck e come un funambolo brucia la difesa avversaria trafiggendo Barulin che non ha nemmeno il tempo di capire cosa sia successo.
Sembra che la Dinamo abbia preso in mano il gioco ma non è cosi.

Il terzo periodo è solo di colore giallo nero.
Al nono minuto azione manovrata dell’Atlant con una serie di check dietro la gabbia,puck che sfugge alla vista degli ospiti,Rudenko riesce a sfiorarlo quel tanto che basta da trovare Bayev che con un gran tiro mette il puck alle spalle del portiere granata.

3 – 3 e forse l’overtime sarebbe il giusto finale per questi 60′ cosi divertenti e ricchi di colpi di scena,ma la Dinamo va in tilt e perde la partita per l’assoluta negligenza dei suoi uomini.
Il goal decisivo è siglato dall’Atlant addirittura in short handed. Azione mal impostata dai lettoni,Upper lo capisce,si appropria del puck in maniera fulminea e si invola verso la gabbia di Holub trafiggendolo con freddezza.

Finisce qui un’incontro che la Dinamo sentiva ormai suo e che doveva e poteva portare a casa.
Un’altra sconfitta che deve far riflettere e molto,sopratutto per le modalità con cui è avvenuta.

Annunci