Questa è Alleghe! Prendo spunto dalla celebre frase del Re spartano Leonida, immortalata nel film epico 300, detta all’emissario del Re persiano Serse I per fargli capire le fondamenta perenni su cui si basava la forte città greca, per indicare ahimè invece le caratteristiche in cui si trova spesso la squadra della grande A: 78° campionato italiano, nuova stagione e … solito Alleghe cioè da cardiopalma!

La sfida contro la cenerentola Vipiteno certamente non era da sottovalutare, ma da quanto visto nella preseason, dalle civette ci si aspettava un qualcosina in più.

Un primo drittel da favola con le civette a macinare bel gioco che si concretizza prima al 6’18” con il vantaggio di Nicola Fontanive e subito dopo con il raddoppio di capitan Manuel De Toni (10’34”).

Nella frazione centrale i Broncos reagiscono e Alleghe sembra andare in apnea; al 24’40” Randal Gelech accorcia e 4’ dopo Fabian Hackhofer suggella il pareggio che manda in visibilio i tifosi della Weihenstephan Arena. Vipiteno continua a spingere, Alleghe si difende, nasce qualche scaramuccia e il pancone si apre spesso.

Nell’ultimo drittel, Alleghe torna a giocare ma non riesce a finalizzare anche perché Thomas Tragust mette in mostra le sue doti di grande golie a difesa della sua gabbia. A 6’ dalla sirena però è l’ex di turno Michael Schutte a deviare una sassata di Adam Henrich nella gabbia altoatesina e a ridare il momentaneo vantaggio agli agordini. Momentaneo! Si!  Al 57’48 Markus Gander uccella Adam Dennis e riequilibra l’incontro. Il finale di drittel è tutto targato Broncos e Dennis compie tre autentici miracoli per salvare la debacle. Allo scadere c’è un ultimo brivido: Ryan Ginand scende in contropiede e viene letteralmente scaraventato sul ghiaccio da Francesco De Biasio; tutti si fermano pensando al rigore mentre il puck piano piano finisce dentro la gabbia al suono della sirena; sul tabellone compare il 4 e i tifosi esultano; proteste vibranti da parte alleghese e la confusione regna sovrana; alla fine “ref” Benvegnù annulla il goal e accorda l’overtime!

Speranza però decisamente illusoria per le civette: neanche 22” e una sassata di Brian Lee si insacca alle spalle di Dennis regalando il primo successo in massima serie al Vipiteno.

Federico “Feffe” Lauretta

Advertisements