(Comunicato Stampa GHL)Nel fine settimana del 24 e 25 settembre 2011 si è svolta la terza edizione della Tre Pini Cup, ormai un classico del circuito Goofies Hockey League. Il tutto nella splendida cornice di Claut (Pordenone), comune montano della Valcellina, che ospita un bel palaghiaccio, già sede delle Universiadi, dei tornei Euroregione di hockey, nonché uno dei centri federali per il curling.

Nato nel 2009, nelle prime due edizioni disputate nell’ultimo week-end di gennaio ha visto partecipare diverse compagini italiane ed anche estere. L’edizione del 2011, collocata nei primi giorni d’autunno, apre la stagione della GHL, che si era chiusa a giugno con la quarta edizione a otto squadre della Salame Cup, ed annovera per la prima volta sei formazioni, di cui ben tre emiliane, una lombarda, una veneta e la squadra locale friulana, unica realtà su ghiaccio a parte le Aquile di Pontebba.

24 settembre: Il sole saluta le squadre al risveglio e accompagnerà il torneo fino alla sua conclusione, rendendo l’esperienza ancora più gradevole. Le prime tre partite non possono iniziare se non dopo un minuto di silenzio in onore e ricordo delle vittime della sciagura aerea in Russia, dove perse la vita l’intera squadra dello Lokomotiv Jaroslavl. Gesto dovuto e unanimemente apprezzato da tutti.

Ed ecco quindi i risultati delle partite del sabato :

Wizards BO – Old Timers Milano 1 – 3

Squali Cortina – Basalisc’ Hockey Claut  6 – 0

Polisportiva Fanano – Frozen Goofies BO 8 – 3

Wizards BO – Squali Cortina 1 -2

Old Timers Milano – Basalisc’ Hockey Claut 3 – 2

Squali Cortina – Polisportiva Fanano 8 – 3

Wizards BO – Frozen Goofies BO 9 – 1

Old Timers Milano – Squali Cortina 3 – 3

Basalisc’ Hockey Claut – Polisportiva Fanano 1 – 5

Old Timers Milano – Frozen Goofies 8 – 1

La classifica del sabato vede in testa, a pari punti, sia Old Timers Milano, sia Squali Cortina, con quest’ultimi in testa per la migliore differenza reti (goal fatti +2) rispetto agli Old Timers. Lo scontro diretto è finito alla pari, quindi la domenica si annuncia incandescente per la vittoria finale.

La giornata viene conclusa con una cena sociale apprezzata e con un numero imprecisato di grappe e birre, che hanno dato sollievo alle gole secche di tutti.

25 settembre: Altra giornata splendida, con il sole che aiuta ad asciugare l’attrezzatura messa a dura prova dagli impegni sul ghiaccio. I verdetti della domenica sono:

Wizards BO – Basalisc’ Hockey Claut 4 – 7

Squali Cortina – Frozen Goofies BO 10 – 0

Old Timers Milano – Polisportiva Fanano 1 – 1

Basalisc’ Hockey Claut – Frozen Goofies 7 – 3

Wizards BO – Polisportiva Fanano 2 – 1

La classifica premia gli Squali, solida formazione ampezzana, che sale in cima al podio per la seconda volta dopo il 2009, seguiti dagli Old Timers di Milano, capaci di mettere sul ghiaccio tanta esperienza.  La Polisportiva Fanano, formazione modenese alla prima partecipazione in GHL, ha presentato un roster giovane e si porta via la coppa del terzo posto, mentre ai piedi del podio troviamo i padronni di casa del Basalisc’ Hockey Claut, che non riescono a difendere il titolo dello scorso anno anche a causa di un pesante ricambio di atleti. Chiudono la classifica le due bolognesi, in cui i Wizards, new entry in GHL dopo tanti anni di serie C interregionale, precedono i Frozen Goofies, fondatori della circuito, che continuano imperterriti a lanciare sul ghiaccio principianti assoluti, fedeli al principio “hockey per tutti, nessuno escluso”.

Ma vi dirò che alla fine hanno vinto tutti, soprattutto ha vinto l’hockey amatoriale, quello serio nell’organizzazione, quello ironico nello stile, quello che non si piglia troppo sul serio, ha vinto l’amicizia, la passione e la voglia di fare. Proprio un bel gruppo, la GHL.

Cos’altro dire, ho visto tanta soddisfazione negli occhi di tutti, tanta voglia di rivederci per giocare ancora e questo è il premio più bello per gli organizzatori. Un sentito ringraziamento agli amici arbitri (Fabio Demattio, Roberto Sirok, Cosimo Bono, Aurelio Rossi e Luigi Santi), che hanno assistito e controllato le nostre evoluzioni, frenandole nei momenti giusti.

Un grosso grazie va anche agli amici della Pro Loco di Claut, che ci ha ospitato sotto i gazebo, sfornando succose grigliate e ottime pastasciutte a tutto spiano.

Ringraziamo ancora tutti i partecipanti e arrivederci al prossimo appuntamento degli Amatori Ghiaccio Italia: l’avvio del secondo Campionato GHL Memorial Manuele Formica.

Annunci