Venerdì 30 settembre all’Agorà è andata in scena la prima partita di campionato 2011-12 che vedeva contrapporsi Milano e Pergine davanti ad una buona cornice di pubblico, circa 1300 persone compresi una quarantina di tifosi giunti da Pergine.

Nella formazione del Milano risulta assente per infortunio il solo Peruzzo, resterà fuori per un mese a causa di una frattura al metacarpo, che ha costretto coach Da Rin a modificare le linee d’attacco.

Il Milano parte subito forte premendo in attacco e sfruttando il primo PP, 2min a Rigoni per carica scorretta, e al 10.49 si porta in vantaggio con una rete di Klouda su assist di Ansoldi e Migliore.

Al 17.07 avviene il raddoppio del Milano ad opera della terza linea (Migliavacca-Borghi M.-Mazzacane) su assist di Mazzacane realizza Migliavacca.

Un minuto dopo ci pensa Ansoldi a portare il risultato sul 3-0.

Il secondo periodo si apre con il Pergine che prova un paio di volte a impensierire Terrazzano, nel Milano c’è stato un cambio nelle prime 2 linee d’attacco, Wunderer viene spostato in prima al posto di Migliore. Al 24.01 arriva il 4-0 per il Milano Lo Presti passa a Lutz e a porta praticamente vuota realizza Caletti. A questo punto il Milano, essendosi assicurato la vittoria rallenta e prova soluzioni tecniche più complesse e quindi a una riduzione dei tiri in porta.

Il terzo periodo vede la quinta rete per il Milano, Klouda passa ad Ansoldi che arrivato davanti a Commisso passa a Wunderer che non deve far altro che mettere il disco in rete, il resto del periodo vede il Milano non forzare e il Pergine provare a realizzare la prima rete approfittando delle distrazioni della difesa milanese.

Da questa prima partita difficile capire il valore delle due squadre in questo campionato, troppa la differenza di livello, il Pergine appare come una squadra che vuole crescere, nel Milano invece si nota sicuramente una buona intesa tra Ansoldi e Klouda, Terrazzano chiude con uno shut-out che però risulta poco significativo, infatti non ci sono mai stati tiri che lo hanno particolarmente impensierito, nel complesso la squadra c’è, ma gli errori visti in difesa contro il Pergine potrebbero costare molto più cari con altre formazioni.

La prossima per il Milano sarà domenica 2 ottobre a Egna, che nella prima di campionato ha battuto fuori casa il Gardena per 8-1, mentre il Pergine affronterà in casa il Merano che ha battuto 3-1 il Caldaro.

Annunci