Di Riccardo Stoppa

Foto by Riccardo Stoppa

Lupi Fiat Professional – SG Hafro Cortina 4-2 (0-0; 1-1; 3-1)

Due ere a confronto: quella di Stefan Mair, ex allenatore del Brunico, e quella di Teppo Kivelä, il nuovo allenatore giallonero determinato a portare il Brunico sulla vetta. Tutti tra ampezzani e pusteresi vogliono assistere a questa sfida, ma vogliono vedere i fatti. Eccoli.

Nel primo tempo si assiste a un gioco fermo attorno la zona neutra del campo e ciò rende il pubblico del Lungo Rienza stranamente silenzioso. Poche occasioni per entrambe, poco tifo, poca suspense. Si rimane a bocca asciutta e ci si consola al bar dello stadio.

Nel secondo tempo ci si sveglia un po’ ma i portieri dimostrano di essere già svegli da tempo e lasciano passare poco e niente, fatta eccezione per Jensen che con un tiro, malgrado lento, spiazza il goalie in mezzo alla confusione e segna al 12’. 1-0 ma ancora per poco, precisamente sette minuti dato che al 19’ Strömberg viene sorpreso da Menei che riesce a rubare il disco a Kelly e a prendersi un punto. Per la gioia dei tifosi inoltre, a metà secondo tempo, un puck vola sopra il fanclub e va a rompere il vetro del bar; la soluzione momentanea: scotch pacchi.

Terzo periodo di gioco e subito goal del giallonero Max Oberrauch il quale viene servito al 2’ da Scandella e riesce a infilare il puck alla sinistra del goalie ampezzano. Sette minuti dopo è di nuovo Joe Jensen a segnare su assist di Magnan e Cullen per i Lupi che fronteggiano ormai un sempre più assente Cortina. Passa poco tempo che al 14’ è proprio Isherwood che segna su Zanatti e riaccende le speranze per i biancoazzurri. Il cronometro continua a macinare secondi e tra traverse contropiedi e powerplay si arriva all’ultimo minuto quando Stefan Mair toglie, prevedibilmente, il portiere per usufruire dell’uomo in più ma non ha calcolato “l’elemento Ling” che dalla linea di porta serve uno Scandella pronto a sprintare dalla linea blu il quale gudagna possesso del disco e segna facilmente.
3…2…1… festa! Nello stadio risuona la parola “Sieg” ,che in tedesco vuol dire vittoria, e i tifosi del Brunico si dimostrano pronti per una grande altra giornata di hockey; cosa che otterranno il 13 ottobre quando ospiteranno le Aquile del Pontebba. Giovedì li Scoiattoli ospiteranno invece l’Alleghe.
Stefan Mair si sfiderà con il suo ex vice coach Teppo Kivelä altre tre volte in questo campionato; reggerà ancora il confronto?

Annunci