Se le civette avevano gustato il ghiotto antipasto al Memorial Ferruccio Bogo, la “prima” di questo 78° campionato – la numero 202 della storia dell’hockey italiano –  invece è stato bocconcino ghiotto sul piatto delle volpi altoatesine; a servirlo su un vassoio è un signore a righe bianconere!

I biancorossi di Adolf Insam sembravano aver chiuso la pratica nei secondi 10’ del primo drittel quando con Mark McCutcheon aprono le danze al 11’04”, raddoppiano in penalty killing con Stefan Zisser e a meno 35” dalla sirena “blindano” il risultato con Derek Edwardson. Tuttavia mettere un sigillo nell’hockey non serve fino all’ultima sirena: infatti a meno 7” dal primo thè caldo, Milos Ganz riaccende le speranze per i biancorossi di McKenna.

La frazione centrale scorre via senza grandi sussulti con Alleghe che cerca di agguantare il pareggio, ma con Bolzano che si difende alla grande.

Il terzo e ultimo drittel inizia con le civette protese in avanti che al 45’30” accorciano con Greg Hogeboom ben assistito da Nicola Fontanive. La pressione sulla gabbia di Zaba sale e se Forsstrom si mangia un goal, è poi il golie delle volpi a esaltare il pubblico bolzanino con stupende parate. Alleghe però insiste e a 2’ dal termine approfittando di un PP richiama Dennis in panchina giocando con l’uomo in più. Subito Daniele Veggiato trova la via del goal ma Colcuc prima convalida, poi annulla per uomo in più sul ghiaccio del Bolzano e infine tra la solita confusione generale assegna un rigore alle civette. Adam Henrich si fa ipnotizzare da Zaba e il puck non entra. Arriva la sirena e i fischi sono tutti per Colcuc; protestare ora non serve: giovedì si sale a Cortina per un derby che si annuncia vibrante … ref permettendo!

Le nostre sincere congratulazioni vanno comunque a Christian Walcher per la sua 500à volta in serie A!

Federico Feffe Lauretta

Annunci