Di Alessandro Peyronel

Foto by lihg.it

Cambia la stagione, cambiano i protagonisti … ma non cambia la storia della partita: la Valpe vince ancora contro il Renon, per la 5 volta in 6 partite consecutive; l’ultima era stata la sorprendente ed emozionante vittoria all’over time nei quarti di finale a Collalbo firmata Ryan Martinelli … Sembra ormai lontano il tabù della “bestia nera” contro la quale i torresi faticavano ad esprimersi ma soprattutto a vincere, ora sembra quasi che ci prendano gusto.

Contro la formazione dell’altopiano, i giocatori di  Ellis esprimono finalmente un buon gioco, spinti dal caloroso tifo del Cotta Morandini, ancora una volta gremito con ben 1850 tifosi, finalmente soddisfatti dei loro beniamini ma con qualche perplessità sul Powerplay (saranno ben 6 le situazioni non sfruttate per un gioco ancora troppo lento e prevedibile incentrato sui tiri di Awe).

Partita che si apre subito con i Bulldogs in avanti; dopo 40” capitan Johnson tira una missile dalla blu che si infrange sul casco del goalie Slovacco che finisce a terra; l’arbitro ferma il gioco per accertarsi delle condizioni del giocatore che poco dopo un po’ intontito si rialza tra gli applausi del pubblico. Un minuto più tardi è Awe a scagliare uno slap potentissimo che piega il “biscotto” al portiere trentino infrangendosi poi sull’incrocio dei pali.

A passare in vantaggio però sono gli altoatesini in situazione di Powerplay grazie al goal di Blight; la Valpe non ci sta e nel giro di 2 minuti ribalta la partita con una spettacolare doppietta di Sirianni. Frazione che scivola via velocemente, e a 30” dal termine i padroni di casa allungano ancora grazie all’onnipresente Nikiforuk (partita spettacolare la sua).

Si concludono cosi i primi 20 minuti sul 3 a 1.

L’inizio della seconda ripresa è tutta all’insegna delle penalità: una continua superiorità numerica da una parte e dall’altra portano però le compagini a un nulla di fatto. Al minuto 6’12” sono ancora i biancorossi a passare grazie alla splendida azione orchestrata da Sirianni e Desmet, finalizzata poi dal “Dandy” Bembridge.

Il Renon sembra aver accusato il colpo ma  riesce comunque ad accorciare le distanza in chiusura di tempo con un tiro fortuito in mezzo alle gambe di Johnson e Regan del numero 49 May.

Nel finale dopo una consultazione durata oltre 10 minuti alla Tv, non viene convalidato il goal a Sirianni, visto da tutto lo stadio ma non dai 4 arbitri, che avrebbe potuto chiudere la partita.

Il terzo periodo vede protagonisti da una parte  la carica a testa bassa del Renon che con l’orgoglio ferito prova a restare in partita sino all’ultimo siglando la rete del 3 a 4 con Farynuk al minuto 45’43”, e dall’altra la Valpe che gestisce il disco e in Empty net chiude la contesa ancora una volta con il Bomber Rob Sirianni, che con i suoi 13 punti (6+7) scavalca in classifica marcatori Huddy 12(6+6).

Prossima partita casalinga della Valpe, Sabato 22 Ottobre alle 20.30 contro l’S.G. Cortina.

Annunci