La sesta giornata di campionato vede scontrarsi sul ghiaccio dell’Agorà il Milano Rossoblu e l’Ev Bozen 84 ultimo in classifica.

L’occasione per i meneghini è ottima per cercare di accorciare le distanze dalle 2 squadre che si trovano in vetta alla classifica e che nella stessa serata si affrontano nello scontro diretto, nonostante non sia facile come ci si poteva aspettare alla vigilia, merito anche dell’ottimo lavoro di Valle Da Rin, il Milano riesce a portare a casa 3 preziosi punti vincendo per 3-2.

L’avvio dell’incontro vede le due formazioni studiarsi, ma intorno all’ottavo minuto il Milano inizia a forzare più in attacco prima con Luca Ansoldi e poi con la conclusione vincente di Tommaso Migliore che al 09.35 recupera un disco non trattenuto su tiro di Ansoldi e supera l’estremo difensore.

Poco dopo in situazione di superiorità, 2min a Re per gomitata, è il Bozen che va vicino al pareggio con un tiro di Harjula parato da Terrazzano, ma il Milano reagisce e in situazione di inferiorità va vicino al raddoppio prima con un tiro di Ansoldi e poi con Klouda dalla distanza su cui si fa trovare pronto Valle Da Rin.

Il Milano continua a provare l’allungo, ma si andrà al riposo sul risultato di 1-0.

Il secondo periodo si apre con il Bozen che alza il ritmo del gioco provando a recuperare lo svantaggio e con il Milano che sembra non riuscire a smuovere la situazione di equilibrio creatasi sul ghiaccio.

Al 26.34 ci pensa l’Ev Bozen a cambiare la situazione agguantando il pareggio grazie alla rete di Harjula in 1vs0. Il Milano sembra reagire e al 30.54 Terrazzano serve un disco d’oro in profondità a Migliore, lasciato solo sulla blu per un cambio linee, che in 1vs0 non sbaglia e riporta in vantaggio la formazione di casa.

In chiusura di periodo il Milano riesce a sfruttare un PP, 2min al Bozen per troppi uomini sul ghiaccio, con Lutz che con un potente tiro dalla blu porta il Milano sul 3-1, risultato con cui si andrà al riposo grazie a una grande parata di Terrazzano su tiro di Intranuovo.

Nel terzo periodo il Milano si limita a controllare la partita e questo permetterà a Bozen di accorciare le distanze con Holzl che al 48.23 approfittando di un errore della difesa supera Terrazzano sul primo palo.

A questo punto il Milano alza nuovamente il ritmo e prova a impensierire il portiere del Bozen con Constant, Ansoldi, Migliore e Lutz, ma il risultato non cambia e l’incontro termina sul 3-2.

Partita sicuramente giocata al di sotto delle possibilità da parte del Milano che ha rischiato di perdere una partita che sulla carta non aveva storia, ottima impressione del portiere del Bozen, Valle Da Rin, che ha fatto vedere delle belle parate.

Venerdì il Milano affronterà fuori casa l’Appiano, in classifica sotto di un solo punto, mentre il Bozen sarà impegnato con il Merano.

Foto di Igor “Stradin” Fantin

Annunci