Ci ho pensato parecchio prima di mettermi alla tastiera a scrivere, tempo per condensare tutta una serie di emozioni che la giornata di oggi mi ha lasciato. Si è cominciato con la morte del Sic, un grande personaggio e sportivo, che ha tolto sicuramente dell’entusiasmo per finire con una partita difficile da raccontare.

Real-Valpe è in una freddina domenica di ottobre, nella Valpe si rivede Luca Montanari e a dirla tutta con la superficie ghiacciata si trova piuttosto bene e con un po’ forse di allenamenti farebbe la fortuna di qualche società di Serie A2. A livello tecnico la partita ci offre un buon Real, con gli ospiti che danno filo da torcere ai padroni di casa.

Sembra tutto tranquillo quando compare uno striscione, che chiameremo della discordia, rompe tutto. Volano parole tra alcuni addetti ai lavori, tra cui l’ex allenatore della Serie A2, ed alcuni del pubblico presente… Dalle brutte parole si passa ai fatti, qualcuno scende vola qualche spintone e la calma viene riportata a fatica….

Il derby viene vinto dal Real 4-2, ma il clima è surreale e quasi di tristezza pensando al passato, nel finale qualche applauso dei pochi rimasti che, pur non condividendo diverse scelte societarie, hanno deciso di ringraziare comunque la squadra per una partita piacevole. Nei saluti a dei vecchi amici presenti non rimpiangiamo di aver appoggiato una protesta che ritenevamo e riteniamo giusta, ma sbagliata decisamente nei modi e nei toni espressi da qualcuno…. Con qualcuno ci si dice “Ci vediamo per una birra” con qualcun altro è “Alla prossima A2” Già, ma quando ci sarà?

Annunci