Abbiamo già ampiamente scritto sul derby della Serie D e non intendiamo tornare sulla partita, ma vogliamo soffermarci su un fatto capitato. La gara inizia con circa una ventina di minuti di ritardo, motivo? La squadra ospite fa notare la non presenza del medico e dell’ambulanza (entrambi previsti dal regolamento secondo la DELIBERA Consiglio Federale 07-11/463 del 7 ottobre 2011, ma non nel regolamento FISG generale), ma nonostante ciò gli arbitri decidono dopo un consulto coi loro superiori di far iniziare comunque la gara.

Giusiano Davide (Valpellice) è la vittima di questa mancanza, dopo uno scontro, il ragazzo rimane a terra con una caviglia fratturata. L’ambulanza arriva dopo 20 minuti, con il poveretto che vive una personale “Era Glaciale” con un dolore che immaginiamo, in ospedale arriva esattamente un’ora dopo l’infortunio.

Gli incidenti in una partita possono capitare, ma a maggior ragione una unità di pronto soccorso dovrebbe essere sempre presente in caso di bisogno. Se non si fosse trattato della gamba, ma di un infortunio più grave? Certe mancanze possono costare caro e ci chiediamo con quale metro sia stata presa la decisione di giocare da parte degli arbitri, ma soprattutto ci si chiede perchè non ci fosse neanche un dottore…. Un Fail, ma anche gigantesco per tutti

Annunci