Di Alessandro Peyronel

Un muro a difesa del Cortina

Brutta e pesante sconfitta quella subita dei Bullodgs sabato 22 Ottobre tra le mura amiche, da un Cortina apparso tutt’altro che “Fenomenale” come si potrebbe immaginare vedendo la classifica.

Valpe che parte subito forte nella prima frazione e dopo appena 3’ passa a condurre grazie all’ottima azione di Frigo che smarca abilmente Nikiforuk che insacca davanti allo slot difeso da Levassuer.

Valligini che sembrano avere una marcia in più rispetto agli avversari e continuano a premere sul pedale dell’acceleratore grazie a un indiavolato David Stricker.

Al minuto 11’50” disattenzione in fase di possesso da parte dei torresi e subito vengono puniti dal tiro preciso di Dingle; a metà frazione siamo dunque sull’ 1 a 1.

Passano nemmeno 2 minuti e in situazione di Powerplay la Valpe torna a condurre grazie al goal di Ryan Huddy, che continua con la sua serie positiva portandosi a 14 punti in 9 match.

Primo tempo che termina con 1’21” di anticipo rispetto al normale, poiché inseguito ad una carica alla balaustra di Desmet, si rompe uno dei pannelli di plexiglass (tempo che verrà poi recuperato prima dell’inizio del secondo periodo).

 

Seconda ripresa che ha davvero dell’incredibile: ampezzani che si ritrovano con 2 uomini in panca puniti per gioco duro e padroni di casa che non riescono a sfruttare la doppia superiorità, confermando ancora una volta i grandi problemi nella gestione del powerplay e facendosi rimontare dapprima in 5contro4 da Henningar e poi appena rientrato sul ghiaccio dopo i 2minuti di penalità da Isherwood che fredda Platè con un bel diagonale ammutolendo tutto lo stadio. Pochi istanti dopo la situazione rischia di peggiorare ulteriormente, e solo un grande intervento del gigante Martinelli in scivolata su un Johnansson lanciato a rete evita il tracollo. Nel finale altra rete annullata alla Valpe (seconda di fila dopo quella non convalidata a Sirianni la settimana scorsa contro il Renon) poiché dopo “ l’accurata “ visione alla tv, è parso che il disco di Nikiforuk fosse entrato 4 centesimi dopo la sirena.

Nel terzo tempo in tutto l’ambiente torrese era lecito aspettarsi una grande reazione e prova di orgoglio da parte dei ragazzi di Ellis e invece è stato ancora il Cortina a segnare in situazione di powerplay grazie a una conclusione debole ma efficace dell’attaccante svedese Jonas Johansson. Bulldogs che comunque avrebbero avuto tutte le possibilità di recuperare il match se solo non avessero sprecato 5 situazioni di superiorità numerica, finalmente poi risultata efficace a 90 secondi dalla fine grazie a una conclusione di Jon Awe.

Ellis ha voluto girare a 3 linee, tenendo praticamente sempre fuori Pozzi-Canale-Coco, per non trovarsi con la sua quarta linea contro la seconda ampezzana (scelta a mio parere sbagliata, perché sono proprio in partite come queste che si vede l’umiltà e la grinta del giocatore “di casa” che fa di tutto per provarci sino alla fine).

 

Prossimo appuntamento casalingo della Valpe, martedì 25 Ottobre alle 20.30, avversario Hc Pustertal

Advertisements