Se fino alla passata stagione l’incubo per Alleghe Hockey Tegola Canadese si chiamava Valpusteria, da quest’anno assume la fisionomia del Vipisterzing che, a detta della mia amica Nicoletta, “dove passa lascia danni”; e a farne le spese per la seconda volta sono le civette di McKenna!

 

Adam Dennis Foto by Maurizio Condolo

 

La serata del De Toni sembrava prendere la piega giusta quando dopo nemmeno un giro di orologio  Nicola Fontanive serviva a Markku Tahtinen il puck del vantaggio. La gioia dura poco e allo scadere del 5’ di gioco Randall Gelech trova lo spiraglio giusto nella gabbia di Dennis e pareggia. Le civette macchinano gioco ma in fase conclusiva sembrano impacciate.

La frazione centrale vede sempre Alleghe nella costruzione del gioco e Vipiteno pronto e cinico a sfruttare le ripartente per spingersi verso la gabbia di Dennis. Per gli agordini l’occasione ghiotta capita al 30’ quando dalla stecca di Vince Rocco parte un puck che spiazza Tragust; Daniele  Veggiato potrebbe deviarlo in rete ma, nella convinzione che entri ugualmente, lo lascia sfilare; Palo!!! Nelle teste delle civette subentra un po’ di delusione per tanta fatica e scarso bottino e i Broncos cominciano ad alzare la voce ma Adam Dennis conserva lucidità e la gabbia è salva fino alla seconda sirena.

L’ultimo drittel diviene  il “palco da star” per Markus Gander: l’asso dei Broncos al 41’02” porta in vantaggio i cavalli altoatesini e al 50’ gela definitivamente il “De Toni” alzando a 3 il bottino. Vince Rocco riesce a ridare un po’ di luce all’oscurità agordina concretizzando un PP al 56’42”. McKenna sfrutta ancora il 6 uomo in più, sperando in un nuovo miracolo come sabato scorso all’Odegar di Asiago.  Nicola Fontanive salva un empty net goal; dalla parte opposta è Thomas Tragust a salvare il risultato per Vipiteno. Sirena!!!

I Broncos escono da un periodaccio, Alleghe perde l’occasione di tenere la corsa delle prime.

Ieri sera era anche il compleanno di Nicola Fontanive come sempre generoso e convinto; sul ghiaccio sperava di festeggiarlo meglio, anche noi con lui! Auguri comunque Nicola! Oltre alla torta amara, alla fine invece del Prosecco, c’è pure l’aceto: vedere Cortina sola in testa! Ma i cugini ora come ora se lo meritano per quello che stanno dimostrando sul ghiaccio, vincendo le partite che contano!

Federico Feffe Lauretta

Advertisements