Un Vipiteno corsaro in quel di Asiago si prende i meritati tre punti contro una formazione che è l’ombra di se stessa. I padroni di casa partono bene con una vera e propria sassata di Drew Fata che si insacca alle spalle di Tragust dopo neanche due minuti.

Illusione Ulmer Foto by Maurizio Condolo

La squadra di coach Hicks però è brava a non scomporsi e a proporre il suo gioco “operario” e pareggia a 2:46 con Ryan Ginand, ma sono ancora i padroni di casa ad allungare due minuti dopo con Layne Ulmer. Una partita cominciata subito forte, ma che va rallentando nei minuti successivi con occasioni da entrambe le parti ben sventate dalle difese.

L'Asiago in crisi di identità Foto by Maurizio Condolo

La sorpresa arriva a 20:18 quando da una azione del Vipiteno scaturisce il gol del pareggio con Florian Wieser, una partita che si fa sonnolenta nei minuti successivi e fa notare un Thomas Tragust in forma. Il terzo drittel ci regala il contropiede del duo Ginand-Prudden, a poco più di un minuto dalla fine, che mette la parola fine alla gara. Risultato finale 2-3 con il Vipiteno che supera in classifica il Valpellice.

Annunci