3’18” il break micidiale dell’Alleghe nel secondo drittel che, sfruttando al meglio il doppio PP, prende il largo nella sfida contro la Valpellice.

Foto by Maurizio Condolo

 

Un grande “A” quella di ieri sera, ben messa sul ghiaccio, precisa come un orologio svizzero, ben orchestrata dal suo capitano Manuel De Toni e dai fidi scudieri Mike Card e Nicola Fontanive. Impressionanti le bocche di fuoco Greg Hogeboom e Vince Rocco – triplette per entrambi -, sicurezza nel reparto arretrato con il rientro di Schutte e soprattutto “saracinesca” Adam Dennis a difesa della gabbia. Tutto ciò assente in casa Valpe con i terribile duo Sirianni – Desmet all’asciutto, la difesa sempre colta in penalità e in gabbia il giovane Marcello Platè, chiamato a sostituire Kevin Reagan dolorante alla schiena.

Partono subito forti le civette di Steve McKenna che al 4’35” aprono le danze con Vince Rocco e 13” dopo raddoppiano con Manuel Da Tos assistito da Schutte. La Valpe però non si spaventa e nemmeno un giro di orologio trovano la gabbia di Dennis con David Stricker (5’22”); anzi i Bulldogs si galvanizzano e l’assedio a “Fort Dennis” è costante ma il golie è decisamente in serata!

Agli inizi della frazione centrale il nervosismo si impadronisce della difesa torrese sotto la pressione costante dello “stantuffo” agordino e il pancone dei cattvi si riempi più del rettangolo ghiacciato. Al 26’12” inizia il “Rocco & Hogeboom Power Play Show”: l’italo canadese assistito da Henrich marca la terza rete; 30” e Thatinen imbocca Hogeboom e Platè è ancora superato. Poi è proprio Vince al 29’07” a portare il puck sulla stecca sempre di Hogeboom ed è 5; infine ancora Rocco marca 3 sul tabellino personale e porta a 6 il bottino delle civette. La Valpe è decisamente stordita al punto che, trovandosi per pochi secondi addirittura in triplo PP, manda il puck solo a far vibrare i ferri della gabbia agordina.

Le civette mollano un po’ la morsa nell’ultima frazione, ma hanno ancora fame di goal e al 42’35” c’è gioia per Adam Henrich sempre in PP. Veggiato potrebbe subito dopo segnare  l’ottavo goal ma solo contro Platè non riesce a essere cinico e il puck fa la barba al palo di sinistra; nell’immediata discesa torrese è John Awe a rendere meno amara la sconfitta in casa Valpellice. Alleghe però stasera è cinica e al 47’04” Hogeboom fa hat trick e per l’ottava volta Platè è “uccellato”. McKenna visto il poco tempo che resta e un divario di sicurezza, fa giocare di più le civettine per dare loro la possibilità di fare esperienza sul ghiaccio che conta; la Valpe da parte sua non ha ne testa ne gambe per una reazione degna di nota. Solo a meno 10” dalla Sirena, Marco Pozzi trova un piccolo pertugio nella saracinesca di Dennis e porta a 3 le marcature piemontesi.

 Questa bellissima vittoria tiene Alleghe sulla parte alta della classifica; Bolzano è un punto avanti, Fassa due; sabato ci sarà “Derby del Fedaia” ad Alba di Canazei nella speranza che McKenna & C. scendano sul ghiaccio dello “Scola” con la stessa determinazione vista qui al “De Toni”. Le aquile  ladine dopo una partenza alla grande escono da due sconfitte un po’ pesanti e quindi saranno agguerrite; alle civette come augurio facciamo nostre sempre le parole del loro e nostro “capitano” Manuel: “Crederci sempre fino alla fine”.

Federico Feffe Lauretta

Annunci