Chi tifa Alleghe, sa bene che deve verificare che le coronarie del proprio cuore siano in grado di reggere per 60’ a continue sollecitazioni; la sfida di ieri sera contro Renon non ha fatto eccezione! Oltre alla determinazione che li contraddistingue da sempre – “crederci sempre fino alla fine” è il motto di Capitan Manuel – le civette di McKenna, oltre al miglior PP del campionato – ieri inattivo – hanno davanti alle gabbie dei golies avversari delle potenti ed efficaci bocche da fuoco. Mac Faulkner  partito proprio per gli altipiani di Collalbo e sceso ieri sul ghiaccio del “De Toni” per la sua prima da ex – comunque applauditissimo dai tifosi biancorossi – ha il suo degno sosituto: Greg Hogeboom!

L’asso canadese è stato abile e svelto al 5’22” a pareggiare subito il vantaggio dei lupetti di Holst siglato dal “beniamino” Emmanuel Scelfo al 2’24”. Il gioco è bello e veloce e Krizan è chiamato a superlavoro ed Alleghe non passa. Al 12’49” invece è Matthias Fauster a chiudere in rete una delle veloci discese del Renon. La difesa delle civette subisce il colpo e va in apnea e a meno 30” dalla fine del drittel Lorenz Daccordo ammutolisce l’infuocato tifo agordino siglando il doppio vantaggio.

Il the caldo, le strigliate di McKenna e l’incitamento di capitan De Toni fanno scendere sul ghiaccio un Alleghe ancora convinto e determinato. Proprio Manuel e il fiero scudiero Mike Card prendono in mano le redini e tessono il gioco delle civette; davanti “Big” Henrich , orfano di Nicola Fontanive in pausa “azzurra”, trova la complicità di Jari Forsstrom e al 29’59” il dinamico duo imbocca Alberto Fontanive che infila Krizian. La seconda sirena conferma però ancora vantaggio Renon.

L’ultima frazione è da cuori impavidi; uno … due … tre … e la “farfalla” Dennis si apre sulla gabbia alleghese; Renon tiene ma le civette premono, vogliono il pareggio. Al 44’39” il capitano trova lo spazio per mandare il puck sulla stecca di Forsstrom che sigla il 3 a 3. Ora gli agordini sono galvanizzati e irrompono su una difesa altoatesina stanca; al 56’34” Hogeboom spara su Krizan e il bastone di Vince Rocco devia quel poco il puck per spiazzare il golie e dare il primo vantaggio agli uomini di McKenna. Gli ultimi minuti sono un assalto a “Fort Dennis” ma la difesa agordina è attenta. Holst toglie Krizan confidando nell’uomo in più, ma a meno 22” dal termine Markku Tathinen spinge il puck sulla gabbia sguarnita; empty net goal e tre punti sonori che spingono in alto le civette e all’inferno Renon, fanalino di coda.

Sabato si sale a Bolzano, per la sfida delle sfide; gli uomini di Insam devono cercare continuità e credibilità, ma le civette vedono lì vicini gli “amati” scoiattolini e dopo la pausa nazionale sarà aria di derby in provincia; comunque vedere le bellunesi in cima alla classifica è da vertigini anche se con loro ci sono i lupi pusteresi; e quelli fanno sempre paura, cari ampezzani!

Federico Feffe Lauretta e Andrea Bersek Ragona

Annunci