Di Paolo Rivoira

Argento vivo! Foto by Maurizio Condolo

Il Valpellice Bodino Engineering al termine di una partita combattuta, riesce a portare a casa 3 punti preziosi, consentendole così di lasciare alle proprie spalle Vipiteno e Renon e di andare con buoni propositi in “pausa nazionale”.

Viste le assenze dei vari infortunati, Frigo e Regan, Ellis cambia strategia dividendo i “fratelli del goal”, miscelando così le varie linee:

Desmet  tra Bembridge e Stricker, Sirianni insieme a Huddy e Nikiforuk, la terza invariata (Canale-Silva-Pozzi). Nelle retrovie vengono confermate le coppie Urquhart-Martinelli, Kantee-Awe e Johnson-Runer, mentre nella gabbia il finnico Leinonen.

Fischio d’inizio alle 20:31, sono subito i friulani a testare la prontezza di riflessi della newentry valligiana con una “fucilata” dell’ex bulldog e capitano Pat Inannone . In questa prima frazione di gioco protagonisti ancora Iannone, poi Nikiforuk con dribling spettacolari, e Garett Bembridge che sfiora due volte il goal. A 9’50’’ rischio valpe con una bordata di Nicoletti che va a scheggiare la traversa alle spalle di Leinonen, segno che la valpe deve ancora entrare in partita.

 

Nella prima parte di questa seconda frazione di gioco sono i Friulani a dettare legge, infatti a 27’28’’ si portano in vantaggio con una rete di Dereviglio, il quale non deve far altro che appoggiare in rete il passaggio sottoporta di Goebel. Il Valpellice, non intenzionato a farsi sottomettere dagli avversari, risponde così con la coppia Bembridge-Desmet, i quali sfiorano il pareggio ,tirando poco sopra la gabbia. Il gioco continua con varie opportunità-goal da entrambi i lati, fino a quando i valligiani si sbloccano; prima il pareggio di Stricker a 32’21’’ e soli tre minuti dopo il vantaggio con un goal di Martinelli, servito sottoporta da Desmet e Stricker. I Bulldogs sembrano essere rientrati in partita, quando a 38’40’’, a seguito di un errore difensivo, rischiano la rimontata delle Aquile: Leinonen è così costretto a salvare la situazione, sferrando una pinzata per opporsi alla bordata di Waddel. Il suono della sirena manda negli spogliatoi le squadre sul 2 a 1.

 

Al rientro in pista, la voglia di vincere è tanta, ma la Valpe dopo soli due minuti di gioco mette a segno la terza rete con la doppietta di David Stricker; un tiro perforante alla destra di Petizian.

La terza frazione di gara si rivela essere all’insegna della confusione e della fisicità, molteplici le penalità su entrambi i fronti. A 56’21’’ attimi di panico quando, in seguito ad un’ammucchiata in zona bianco-rossa, rimane a terra il portiere finnico, dopo aver subito un brutto colpo al volto; dopo tre minuti di paura, in mezzo agli applausi tutto tornava nella normalità. Il Pontebba approfitta dell’inferiorità numerica del Valpellice, mettendo a segno la rete del 2 a 3 nuovamente con Dereviglio al minuto 57’39’’.

A 60’00’’ il fischio finale decreta la vittoria per i padroni di casa, i quali tra meritati applausi tornano negli spogliatoi con un altro umore.

 

HC Valpellice Bodino Engineering: Tero Leinonen (Marcello Platè); Jon Awe, Trevor Johnson, Ryan Martinelli, Kevin Kantee, David Urquhart, Florian Runer, Luca Rivoira, Martino Durand Varese; Robert Sirianni, Taggart Desmet, Garret Bembridge, Ryan Huddy, Alex Nikiforuk, Luca Frigo, Alex Silva, David Stricker, Marco Pozzi, Stefano Coco, Pietro Canale;
Allenatore: Mike Ellis

Aquile FVG Pontebba: Alex Petizian (Giacomo Cappellaro); Nick Anderson, Matt Waddel, Slavomir Tomko, Davide Nicoletti, Peter De Gravisi; Tommy Goebel, Luca Rigoni, Patrick Rizzo, Kevin DeViriglio, Brian Ihnacak, Felice Giugliano, Pat Iannone, Paolo Nicolao, Ruben Zozzoli, Andrea Rezzadore, Niccolò Pace;
Allenatore: Tom Pokel

Arbitri : Pianezze e Andrea Moschen
Linesman : De Toni e Mischiatti

 

PARZIALI:

(0 – 0)  (2 – 1)  (1 – 1)

2° periodo    12:21 Stricker D., Desmet T. + Awe J.     15:16 Martinelli R., Desmet T. + Stricker D.    3° periodo    01:38 Stricker D. Urquhart D.

Advertisements